giovedì 24 gennaio 2019
In foto: “Spero che l’aiuto economico della Regione per la Fondazione Fellini, non serva solo a coprire le magagne di una gestione autoreferenziale ed inutile per il nostro territorio”. Così il Consigliere Regionale Marco Lombardi, in merito alla disponibilità della Regione di aiutare economicamente la fondazione.
di    
lettura: 1 minuto
mar 2 mar 2010 12:46 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Mi sembra che la vicenda della Fondazione Fellini – prosegue Lombardi – si stia pericolosamente incanalando verso la via della ‘normalizzazione’ di vecchio stampo sovietico: tutti i responsabili tacciono, la Provincia che aveva sollevato il caso viene bacchettata dal Comune di Rimini con un forte richiamo alla disciplina di partito ed il soccorso rosso della Regione copre le perdite di una gestione quantomeno allegra”.
“Così il nostro territorio sta perdendo una nuova occasione per ripensare seriamente al binomio Rimini – Fellini rinunciando ancora una volta alla grande opportunità che potrebbe derivare da tale connubio”.
“Pare proprio che la sinistra riminese voglia gestire in proprio questo patrimonio di tutti, continuando a sperperarne le potenzialità.”
“La Fondazione Fellini – conclude Lombardi – doveva invece essere completamente ripensata anche nella sua composizione, rendendosi più credibile ed allargando la platea dei soci e l’occasione del rinnovo del Consiglio d’Amministrazione poteva essere il modo per lanciare segnali distensivi e dimostrare la volontà dell’Amministrazione di considerare la Fondazione non un suo ‘feudo’ per sistemare amici e parenti ma un patrimonio della città da proteggere e da condividere con tutti i riminesi e con tutti i nostri turisti”.

Altre notizie
Carreggiata SS16 ristretta

Rotatoria Valentini, parte il cantiere

di Redazione
Incontro con Flaviano Zandonai

Innovazione sociale e impresa

di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna