martedì 16 luglio 2019
menu
In foto: Il Consigliere comunale del PdL critica il nuovo regolamento comunale sulla telefonia mobile: 'Invece di deliberare regolamenti inutili, l'amministrazione comunale ospiti i ripetitori su aree pubbliche per reperire risorse e controllare meglio la diffusione delle onde elettromagnetiche'.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 22 feb 2010 16:40 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Pasquale Barone si riferisce al regolamento 2007, modificato e approvato dalla prima Commissione Consiliare, e invita l’amministrazione comunale a dotarsi di un piano per la diffusione delle onde radio e a ospitare i ripetitori di telefonia mobile presso aree e strutture pubbliche, in modo da garantire la copertura ai cellulari e una diffusione poù equa delle onde elettromagnetiche tra la popolazione.

Il comunicato di pasquale barone

Il regolamento comunale sulla telefonia mobile sospeso dal 2007 è stato rispolverato . I contenuti regolamentari contro le leggi regionali e nazionali vigenti, sicuramente più garanti rispetto ad i palesi precetti incostituzionali contenuti nel regolamento comunale vigente sono stati rivisti riducendo lo stesso regolamento, tralaltro non obbligatorio per le amministrazioni, a mera riproduzione legislativa. Credo che di un regolamento così annacquato l’amministrazione comunale potrebbe farne anche a meno .
L’Amministrazione Comunale piuttosto che deliberare inutili regolamenti, si proponga alle aziende di telefonia anche attraverso le aziende partecipate per ospitare presso aree e strutture pubbliche disponibili del territorio i ripetitori telefoni, al fine di reperire risorse economiche e controllare meglio la diffusione sul territorio delle onde elettromagnetiche .

Una amministrazione se ha volontà politica e lungimiranza in merito, può sicuramente offrire siti e strutture appetibili alle aziende di telefonia mobile, individuare idonee aree sparse nel territorio predisponendo un “piano per la diffusione delle onde radio” al fine di garantire la totale copertura considerando un’equa diffusione delle onde elettromagnetiche a salvaguardia della salute cittadina.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna