martedì 22 gennaio 2019
In foto: La visita del vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi, alla parrocchia Sant'Antonio di Padova a Cattolica (8-14 febbraio)
di    
lettura: 1 minuto
sab 27 feb 2010 12:57 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La scheda storica.

Nel 1949 Cattolica vive, come il resto della Riviera, i primi accenni di sviluppo turistico. Padre Teofilo Pompei giunge nella cittadina in quel periodo e il vescovo di allora, monsignor Santa, favorisce l’arrivo dei frati e la costituzione della nuova parrocchia. Padre Teofilo si mette subito al lavoro per realizzare un convento e una chiesa per il servizio della popolazione. Nel 1951 si completa la prima parte dei lavori: un convento per tre frati e la chiesa che il vescovo Santa erige a parrocchia nominandola a Sant’Antonio di Padova. La popolazione accoglie calorosamente i frati e il progetto francescano provvedendo fin da subito alle esigenze della piccola comunità. Nel 1954 viene aperto il seminario che rimane attivo fino al 1967 con sette frati.
Con lo sviluppo turistico e della città si rende necessaria una chiesa più ampia e il progetto viene affidato agli architetti Magagnini e Pediconi. Un sistema di pareti scorrevoli rende possibile durante l’estate l’apertura verso l’esterno della chiesa accogliendo così durante l’omelia i numerosi fedeli. Sulla parete scorrevole si possono leggere simboli e scritte che appartengono alle religioni più importanti. La nuova chiesa, a forma di quadrifoglio, fu aperta al culto nel 1976 e solennemente consacrata da monsignor Locatelli.

Lo speciale su IcaroTv.

Altre notizie
al servizio di quattro comuni

Inaugurato il nuovo sportello Hera

di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna