martedì 19 febbraio 2019
In foto: "Devono essere puniti e rieducati" coloro che hanno promosso su Facebook il gruppo contro chi è affetto dalla sindrome di down: è una vergognosa manifestazione di razzismo. l' Associazione Giovanni XXIII, si dichiara disposta ad accogliere queste persone nelle proprie comunità.
di    
lettura: 1 minuto
lun 22 feb 2010 16:59 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nella nostra comunità – spiega il responsabile, Giovanni Paolo Ramonda – coloro che hanno questa sindrome si fanno amare e si distinguono per dolcezza e mansuetudine, ricchezza affettiva e mitezza, e sono caratterizzati sempre da una grande volontà di relazionarsi con gli altri e capacità lavorativa”. Per la Giovanni XXIII, infine, non basta oscurare il sito, ma va individuato e perseguito in termini di legge
i promotori del gesto, per essere rieducato al rispetto della persona.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna