mercoledì 17 luglio 2019
menu
In foto: Il tempo che passa non deve averli cambiati granchè. Ventidue anni fa, un cittadino serbo - oggi 55enne - tenta il borseggio su un Tram della linea 11 ma viene bloccato da Valeri Betti, guardia giurata e vero e proprio terrore di scippatori e affini. Adesso la storia si ripete.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
gio 23 lug 2009 09:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’altro ieri sera, Miodrag Ilic, aria distinta e rispettabile sale su un convoglio della Linea 11, sfila il portafoglio a un turista milanese e scende, a Riccione, alla fermata numero 42.
Un gioco da ragazzi se non fosse per l’intervento di Maurizio Vagnini, assistente capo della polizia penitenziaria e ‘socio’ di Betti, che lo blocca, con l’aiuto del celebre ‘sceriffo’ dei Tram.
Un deja-vu per il cittadino serbo. Memore dei fatti del 1987, Ilic – che ha patteggiato la pena di un anno di reclusione – non ha mancato di apostrofare Betti con un “Ancora tu? Ma non vai mai in pensione?”

Notizie correlate
di Andrea Turchini   
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna