giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Dalla Polonia a Rimini per vivere una inedita vacanza e dimenticare - almeno per qualche giorno - la difficoltà della loro esistenza.
di    
lettura: 1 minuto
sab 18 lug 2009 09:53 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

53 bambini e ragazzi dell’orfanotrofio di Wroclaw – accompagnati da 20 educatrici – stanno trascorrendo in Riviera giornate di svago, ospitati da pensioni e strutture di accoglienza religiose, all’interno di un progetto ideato dal consigliere comunale, Samuele Zerbini.
Nel loro Paese di origine i piccoli fanno capo ad una struttura che accoglie bimbi con handicap provenienti da famiglie con abusi, poverissime o abbandonati dai genitori, e a due ‘pogotowie
rodzinne’ più o meno case famiglia.
Molti bimbi sono stati oggetto di percosse endemiche o abusi sessuali, altri sono abbandonati a sè stessi o senza genitori, altri hanno entrambi i genitori drogati o più spesso alcolizzati e incapaci di garantir loro un futuro.
Il progetto avanzato da Zerbini, non si ferma alle vacanze riminesi ma punta, più in generale, all’apertura di una sala computer attrezzata presso l’orfanotrofio, una sala per fare formazione professionale e un forno per pizza, un appartamento in modo che i bambini che raggiungono i 18 anni possano avere un luogo per continuare gli studi, lavorare e crescere
sereni. Oggetto del piano, ancora, altre due settimane a Rimini per le vacanze il prossimo anno.
Il costo dell’intero progetto – spiega Zerbini in una nota – è di circa 80.000 euro.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna