sabato 19 gennaio 2019
In foto: Questa sera alla 22 l'inaugurazione della mostra con l'accensione delle opere di Marco Lodola posizionate a Villa Mussolini e in viale Ceccarini angolo piazzale Roma.
di    
lettura: 2 minuti
ven 10 lug 2009 17:11 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Nel 1969, quando in America ci furono i tre giorni di Woodstock, a Riccione se ne sapeva poco o nulla. Eppure, secondo Red Ronnie, Riccione e Woodstock hanno molte cose in comune. “Tutto è partito diversi mesi fa – ha detto Ronnie – quando io lanciai la proposta di portare a Riccione un festival della musica poi mi venne in mente che proprio nel 2009 cadeva l’anniversario di Woodstock e che Riccione sarebbe stato il luogo giusto dove celebrarlo. Poi incontrai Pico e le sue foto e l’idea si è tramutata in realtà. Solo Woodstock e Riccione potevano rappresentare il cambiamento, gli anni 60, la musica, l’amore, la fantasia. Il 1969 è stato un anno importante, determinante per la storia che va oltre la musica. Il Vientnam, lo sbarco sulla luna, la protesta per avere la pace. Il tutto condensato in 3 piani di mostra e nelle grandi opere di Lodola realizzate in numero unico”

La mostra si avvale del supporto di artisti famosi come Marco Lodola che attualmente espone alla biennale di Venezia. È sua, tra le altre, la scultura luminosa di Jimi Hendrix, che si vede dalla torretta di Villa Mussolini. L’altro artista è Pico, fotografo storico di Riccione che con i suoi scatti ha raccontato gli anni della dolce vita in riviera.
“Vedere le mie foto esposte insieme a quelle che hanno cambiato un’epoca è un motivo di grande orgoglio – ha detto Pico – ed è come toccare il cielo con un dito, dopo aver lavorato tanto e aver visto immortalato i tempi che cambiavano. Mi sono emozionato molto perchè comunque quando vedo queste foto mi vengono ancora in mente gli attimi in cui li ho scattati e ai tanti chilomentri che facevo sulla spiaggia in maniche corte e al Savioli vestito rigorosamente d’ordinanza, accompagnato come sempre dalla mia macchina fotografica”.

Sui tre piani della mostra si potranno vedere manifesti originali, riviste da tutto il mondo, dischi, un salotto anni settanta con il giradischi originale del film ‘arancia meccanica’ e un televisore sferico del 1969. Tra i cimeli più preziosi, manoscritti originali di John Lenon, la chitarra firmata di Jimi Hendrix e pezzi rarissimi se non unici, della storia del rock.

Con questa iniziativa inoltre la città rinforza il connubio con Milano, dove la mostra ha già avuto successo, e con la quale sono in serbo iniziative in previsione dell’Expo del 2015″.

Questa sera sarà presente anche il Love Bus, un furgoncino rigorosamente anni 60 sopra il quale un artista celebrerà le emozioni della musica itinerando tra viale Ceccarini e Villa Mussolini.
Il cimelio più importante esposto nella mostra è una poesia realizzata da Hendrix del valore di circa 500.00 Euro mentre in totale la mostra ha un valore di oltre 2 milioni di euro.

www.riccioneperlacultura.it
tutti i giorni escluso lunedì dalle 20 alle 24
ingresso 3 euro

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna