lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Il consumo farmaceutico territoriale di classe A-Ssn cresce del 4,9% rispetto al 2007. Lo certifica il rapporto Osmed 2008, realizzato dall'Istituto superiore di Sanità e dall'Agenzia italiana del farmaco (Aifa):
di    
lettura: 1 minuto
gio 9 lug 2009 15:49 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

il rapporto è e presentato questa mattina nella sede dell’Iss. Attraverso le farmacie pubbliche e private sono stati acquistati nel 2008 complessivamente 1,8 miliardi di confezioni (circa 30 per abitante).
Tutte le categorie terapeutiche, ad eccezione dei farmaci del sistema respiratorio e degli antineoplastici, fanno registrare un incremento delle dosi prescritte rispetto al 2007. Tra quelle a maggior consumo, come ogni anno, in cima alla lista dei più utilizzati ci sono i farmaci del sistema cardiovascolare (+5,2%), con oltre 5 milioni di euro di spesa, coperti per il 93% dal Ssn. Seguono i farmaci gastrointestinali (13% della spesa), i farmaci del sistema nervoso centrale (12,1%), gli antimicrobici (11%) e gli antineoplastici (11%). Nel complesso, la spesa farmaceutica totale, comprensiva della prescrizione territoriale e di quella erogata attraverso le strutture pubbliche è stata di 24,4 miliardi di euro circa, di cui il 75% rimborsata dal Servizio Sanitario. In media, per ogni cittadino italiano, lo Stato ha speso 410 euro per un periodo di trattamento di 537 giorni.
(Ansa)

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna