19 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Le dichiarazioni di Biagini fanno discutere: gli interventi a commento

Rimini

15 luglio 2009, 18:05

in foto: Continuano le discussioni sulle dichiarazioni dell'assessore alla polizia municipale, Roberto Biagini (vedi precedente notizia). Sostegno da parte delle categorie (Cna e Confcommercio), critiche da Laboratorio Paz.

La nota diffusa da Confcommercio

La Confcommercio esprime apprezzamento all’Assessore Biagini per la dura presa di posizione nei confronti di chi prende le difese dei venditori abusivi, la cui presenza tanto sull’arenile che sulla passeggiata nel 2009 è aumentata esponenzialmente.

Si è purtroppo avverato quello che sia Confcommercio che l’Assessore alla Polizia Municipale avevano preannunciato prima della stagione estiva, ossia una vera e propria “invasione” di venditori abusivi che “appiedati” dalla crisi si sono riversati sulle nostre strade e sulla spiaggia.

Le azioni messe in campo dall’Assessore Biagini sono meritevoli, tuttavia rischiano di essere vanificate da una poderosa rete di vendita illegale ben organizzata ramificata sul territorio, in grado di anticipare e neutralizzare buona parte degli interventi della Municipale.

Confcommercio Rimini, facendosi interprete del fortissimo disagio della stragrande maggioranza degli operatori, ritiene che la “misura sia colma” e che sia ora di “invertire la rotta”.

Dichiara il Presidente comunale Simonetti: “Gli operatori si sentono abbandonati. Certe aree della città sono soffocate dalla presenza delle più svariate forme di illegalità. La crisi ed il calo delle presenze non fanno altro che peggiorare la situazione. Se continuiamo così ipotechiamo il futuro di molte attività regolari che danno di che vivere a numerose famiglie. E’ importante ricordare che parliamo di micro-imprese familiari..

Dobbiamo essere tutti più presenti e fare in modo che gli operatori ed i cittadini percepiscano la vicinanza ed il sostegno nostri e delle istituzioni, ciascuno nell’ambito della propria sfera di competenza. A questo punto chiediamo all’Assessore Biagini, persona seria e disponibile, di scendere una volta di più per le strade per ricordare che il Comune c’è, che sta lavorando e che vuole risolvere la questione.

Altrettanta fiducia nutriamo per il Questore Capocasa che sappiamo capace e che si sta adoperando con i mezzi che ha a disposizione per intervenire seriamente anche su questo problema. Non c’è dubbio, a nostro avviso, che la soluzione del problema passi necessariamente dal presidio del territorio e dall’impiego ed il coordinamento delle Forze dell’Ordine. Dove c’è la legge non ci deve essere abuso, dove c’è controllo non ci sarà abusivo.

Allo stesso tempo siamo pronti a dare la massima disponibilità attraverso i nostri associati per rimuovere tutte le situazioni che possono costituire terreno fertile al proliferare di questi fenomeni di illegalità.

I nostri associati offrono e allo stesso tempo esigono il rispetto delle regole. Non ce la fanno più e chiedono a Confcommercio un intervento deciso. Valuteremo con gli associati l’eventualità di scendere in spiaggia per vendere le merci nei luoghi che sono attualmente occupati dagli abusivi fino a quando non si dia una risposta al problema. Purtroppo l’impressione è che oggi sia più tutelato ed abbia più diritti proprio chi più di altri si pone fuori dalla legge.

Il Presidente Confcommercio
del Comunedi Rimini
Gianfranco Simonetti

La nota diffusa dal Laboratorio Paz

Abbiamo paura, abbiamo paura di chi definisce come pseudo-beneficenza la reazione umana e legittima dei tanti turisti che affollano le nostre spiagge di fronte ai continui pestaggi e abusi di potere da parte dei “controllori” della spiaggia e di alcuni super vigili urbani.
In una nota di ieri questa le parole dell’Assessore alla sicurezza Biagini:
“Di contro un sincero invito ai quei turisti che in maniera vergognosa hanno insultato,contestato e criticato l’operato delle forze di Polizia, lavoratori anch’essi ma spesso qualcuno se lo dimentica, ad andarsene da Rimini e non ritornarvici più. Non abbiamo bisogno delle vostre invettive – conclude Biagini – delle vostre volgarità e delle vostre forme ipocrite di pseudo beneficenza. Non siete graditi: andatevene. Boicottateci, per favore”.
Sono parole che parlano da sé, assomigliano tanto agli slogan governativi di Papi e di Maroni Boy’s, slogan che guarda caso offuscano la verità… la merda in mare, lo sfruttamento dei lavoratori stagionali, la crisi globale ma anche del sistema turistico locale…
Abbiamo paura si, è un sentimento diffuso, ci sentiamo insicuri soprattutto andando in spiaggia (e la reazione dei turisti lo dimostra) ma ci sentiamo insicuri anche all Pronto Soccorso dove un giorno si un giorno no, vediamo uomini e donne, non importa di quale nazionalità, arrivare scortati dai vigili in divisa; uomini e donne ammanettati alle barelle, con il viso coperto da maschere (sarà tumefatto?) o il capo coperto (avranno la testa rotta?) e gli stessi occhi e lo stesso sguardo di chi, appena fuggito dalla “Guantanamo Libia”, arriva sulle coste italiane.
Abbiamo paura di chi alla richiesta di civiltà e di rispetto della legalità, come quella manifestata dai turisti di ieri a Torre pedrera di fronte agli ennesimi abusi di potere in spiaggia da parte delle forze dell’ordine, risponde con le parole di Biagini: “andatevene, vergognatevi, boicottateci, la vostra pseudo-beficenza!”.
Ci sentiamo tutti meno insicuri, Assessore Biagini, con chi respinge l’umanità vera e abbiamo paura di chi promuove con politiche banalmente sicuritarie e di chiaro stampo xenofobo l’insicurezza delle nostre spiagge, delle nostre strade, della nostra città. Biagini Vattene tu, Boicotta tu la città!

PAZ PROJECT

La mail inviataci da un nostro lettore

Buongiorno, in questo momento mi trovo in Germania per motivi lavorativi, volevo esprimere la mia solidarietà all’assessore Biagini. Ho appreso della notizia riguardo al blitz anti abusivismo e credo che si possano comprendere benissimo le parole dell’assessore riguardo ai turisti che hanno insultato gli uomini della polizia municipale. Non conosco le polemiche che sono nate dopo le sue dichiarazioni ma penso che, come accade al solito in Italia, la gran parte dei giornali vogliano creare lo scoop e volontariamente travisino le parole delle persone.
Credo che l’abusivismo vada combattutto duramente e se finalmente si fa qualcosa bisogna continuare così!!
Esprimo la mia solidarietà da cittadino riminese anche se i miei colori politici sono diversi da quelli dell’assessore.

lettera firmata

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454