venerdì 23 agosto 2019
menu
In foto: Tre alpinisti sono morti sul massiccio del Monte Rosa lungo la via normale del Castore, a quota 3.900 metri. Facevano parte di una cordata composta da almeno 4 persone, di cui una ferita che è già stata recuperata e portata all'ospedale Parini di Aosta.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 17 lug 2009 17:45 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Gli alpinisti sarebbero precipitati in un pendio e sarebbero scivolati per circa 300 metri. Il maltempo che sta ancora interessando la zona rende difficile l’operazione di salvataggio
da parte del soccorso alpino valdostano.
A causare l’incidente sarebbe stata
la scarsissima visibilità dovuta a una fitta nebbia che ha fatto sbagliare itinerario agli alpinisti. La cordata si sarebbe
infatti diretta verso un pendio molto ripido lungo il quale è scivolata.
Per il recupero delle tre salme sono partite dal rifugio Sella (3800 metri di altitudine) due guide del soccorso alpino e due guide della guardia di finanza, delegata agli atti
giudiziari. Dovrebbero giungere sul luogo dell’incidente, circa 500 metri a monte del rifugio, attorno alle 18.
Non appena le condizioni meteo lo consentiranno, come ha spiegato Alessandro Cortinovis, da oggi direttore del Soccorso alpino valdostano che
coordina le operazioni, le salme saranno recuperate e trasportate all’obitorio di Champoluc.

Altre notizie
di Redazione
di Andrea Polazzi
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna