lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Comportamenti scorretti nei parchi da parte dei padroni di cani, e errati conferimenti dei rifiuti. Le guardie ecologiche di Riccione presentano il bilancio e avvisano: ora si passa alle multe.
di    
lettura: 1 minuto
lun 13 lug 2009 14:07 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le guardie ecologiche di Riccione, dopo le prime settimane d’attività, hanno presentato il bilancio del proprio lavoro che si è concentrato in particolar modo su parchi della Resistenza e Giovanni Paolo II. Qui sono stati riscontrati, da parte dei proprietari di cani, atteggiamenti di incuria come l’assenza di paletta, guinzaglio e museruola. In questa prima fase le guardie si sono limitate ad avvisare i cittadini che dalle prossime settimane scatteranno multe tra i 75 ed i 150 euro. Altro ambito di competenza delle guardie, i cassonetti. In questo caso sono stati riscontrati spesso errori e mancanze nel conferimento dei rifiuti in particolar modo da parte dei piccoli artigiani. Anche qui, dopo una prima fase di sensibilizzazione, scatteranno le multe: fino a 150 euro in caso di materiale ingombrante conferito scorrettamente e fino a 15000 in caso di abbandono di rifiuti nocivi.

“Il servizio attivato _ spiega l’Assessore Tordi_, non vuole essere né repressivo né punitivo, bensì di supporto e a servizio dei cittadini, i quali sembrano aver compreso il senso di questa collaborazione. Infatti le guardie ecologiche hanno da subito riscontrato una buona collaborazione e accoglienza da parte delle persone incontrate, disponibili ad ascoltare e fornire suggerimenti e segnalazioni ai volontari”.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Andrea Polazzi
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna