martedì 22 gennaio 2019
In foto: La Cisl di Rimini torna a criticare le nuove norme in tema di sicurezza, dopo la definitiva approvazione del DDL sulla sicurezza in Parlamento.
di    
lettura: 1 minuto
ven 3 lug 2009 16:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Norme assurde e pericolose, spiega un comunicato firmato dal segretario provinciale Massimo Fossati:

La Cisl, stigmatizza l’approvazione del Ddl sicurezza che è stato definitivamente licenziato dal parlamento con diverse norme “non condivisibili” che riguardano l’immigrazione in Italia. In particolare insieme alla nostra ANOLF “Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere”, presente in tutte le province italiane con decine di migliaia di iscritti immigrati, ci impegneremo affinché le norme che introducono per legge il reato di clandestinità e l’istituzione delle ronde cittadine vengano combattute dall’opinione pubblica e dalla società civile. Con questa norma è stato arrecato un grave danno innanzitutto alle famiglie che si avvalgano delle tante badanti che non essendo state regolarizzate nell’ultimo decreto flussi si troveranno in una grave situazione, con nuovi e preoccupanti ricadute sociali. “Ci opporremo in tutte le forme possibili e in tutte le sedi istituzionali alla norma sulla clandestinità che a nostro avviso non è la cura al fenomeno dell’immigrazione irregolare ma una misura che penalizza esclusivamente gli immigrati ed arricchisce i trafficanti di esseri umani”. Rimini prosegue inoltre il Segretario “non è un territorio da ronde” e ben altre sono i problemi relativi al tema della sicurezza e presidio del territorio, che si combatte con più uomini, più investimenti in mezzi e più risorse per le forze di polizia.”La Cisl conclude il Segretario – si mobiliterà, insieme alle altre associazioni, “per coinvolgere le istituzioni e gli enti locali con l’obiettivo di far tornare questa maggioranza sui suoi passi”.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna