venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Il Dipartimento Fiscale del Ministero dell'Economia ha diffuso oggi i dati relativi al 2007. Cifre che, seppur non proprio aggiornate, hanno evidenziato alcune anomalie più o meno presunte.
di    
lettura: 1 minuto
lun 20 lug 2009 17:08 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono del 2005 gli ultimi dati disponibili dall’Agenzia delle Entrate sui redditi delle persone fisiche a Rimini.
Ancora non si parlava di crisi, ma già il 50% della popolazione era sotto la soglia di povertà, individuata a 12.000 euro. Il 35.3% era tra i 12.000 e i 25.000, il 9.8% tra i 25 e i 40.000. La classe media (40/80 mila euro) era il 3.76%, i ricchi fino a 200mila l’1% e quello sopra il mezzo milione di euro.
A Marina Centro e sul colle di Covignano, ma per i riminesi non è una sorpresa, le zone dove si concentrano i redditi più alti. Intanto i ristoratori, finiti sul banco degli imputati perché dichiarerebbero redditi simili a quelli dei pensionati, intorno ai 14.000 euro, puntualizzano. Che ci sia una fetta di evasione non lo neghiamo – commenta Mirco Pari, della Confesercenti di Rimini – ma nel calcolo dei redditi va tenuto conto, ad esempio, che certe attività dividono gli incassi tra più soci e che se un ristorante cambia gestione, il reddito si considera annuale anche se riferito a pochi mesi. Come per i bagnini poche settimane fa, in questo periodo c’è la corsa all’accusa, ma – invita Pari – “è importante evitare le tensioni sociali”.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna