martedì 22 gennaio 2019
In foto: Oltre alla Cgil, sull'attuale crisi economicaè intervenuto oggi anche il Segretario Generale della Cisl di Rimini, Massimo Fossati, che ha ricordato come l'uscita dal tunnel, dati alla mano, sia ancora lontana.
di    
lettura: 2 minuti
gio 9 lug 2009 16:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Secondo la Cisl serve una nuova “coalizione territoriale” che metta insieme le istituzioni, le imprese, i sindacati, le fondazioni bancarie e tutto il sistema del mercato del lavoro. Quello che serve – ha detto Fossati – è un programma condiviso sul quale convogliare le risorse economiche pubbliche e private.

La nota della Cisl

“Nei prossimi mesi – afferma il Segretario Generale della Cisl di Rimini, Massimo Fossati – la crisi potrebbe colpire ancora di più i livelli occupazionali e i redditi delle famiglie. I dati dimostrano inesorabilmente che siamo ancora nel mezzo del tunnel e che la luce è ancora lontana a vedersi. I dati inps del mese di maggio parlano chiaro quasi 3.000 sono i lavoratori sospesi nel settore industriale che fanno il paio con altrettanti lavoratori che sono in sospensione attraverso gli enti bilaterali o in cassa integrazione in deroga.

Per questa ragione – insistiamo – serve una nuova “coalizione territoriale” che metta insieme le istituzioni, le imprese, i sindacati e tutto il sistema del mercato del lavoro a partire dalla scuola, dalle agenzie formative e di somministrazione e che coinvolga anche le fondazioni bancarie e il terzo settore”. Quello che serve è un programma condiviso – aggiunge Fossati – capace di aggregare la comunità locale per combattere insieme la disoccupazione di adesso e di domani; per proteggere i lavoratori nell’emergenza economica e in grado anche di prepararli e sostenerli con opportune occasioni di riqualificazione professionale e di lavoro. Un programma attorno al quale convogliare le risorse economiche pubbliche e private disponibili con l’obiettivo di usarle al meglio, senza sprechi e con equità, superando una visione ed interventi puramente assistenziali. Noi, come sempre siamo disponili a fare la nostra parte e a mobilitarci anche con le imprese allo scopo di evitare la perdita dei posti di lavoro”.

Alla nuova Giunta Provinciale ed al suo Presidente oltre a formulargli i migliori auguri di buon lavoro, chiediamo di far proprio questo percorso.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna