mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Nella stagione estiva appena iniziata Rimini potrà contare su rinforzi in linea con i numeri dello scorso anno, quando in riva all'Adriatico arrivarono a rimpolpare gli organici delle forze dell'ordine 84 agenti di Polizia, 100 Carabinieri e 47 uomini della Guardia di Finanza.
di    
lettura: 2 minuti
mar 16 giu 2009 14:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 8
Print Friendly, PDF & Email

A confermare lo sbarco sotto l’Arco d’Augusto di forze fresche per affrontare con maggiore efficacia la mole di lavoro che la bella stagione porta con sé, è il viceministro dell’interno, Alfredo Mantovano, a Rimini per sostenere la corsa di Marco Lombardi al prossimo ballottaggio per la presidenza della Provincia.
“La presenza di rinforzi a Rimini e, in particolare, sulla Riviera – ha osservato – è assolutamente confermata e va nella direzione di garantire quegli standard di sicurezza che sono adeguati e commisurati alle maggiori presenze sul territorio durante la sulla stagione estiva”. Presenze che avvicinano Rimini e l’intera costa ai numeri e alle problematiche tipiche delle metropoli internazionali.
Netto, sul tema dei rinforzi estivi, Mantovano appare invece attendista sul fronte della nuova Questura. Un capitolo da valutare con un occhio al bilancio e alla razionalizzazione delle risorse.
Quella della Questura, ha puntualizzato Mantovano, “è un argomento da riprendere e da approfondire tenendo conto che il bilancio delle Stato ha dei parametri abbastanza seri i quali – ha proseguito – diventano ancora più seri in momenti di difficoltà finanziarie anche se noi abbiamo molto a cuore la logistica delle forze di Polizia”.
Poco preoccupato dal clamore suscitato, negli ultimi giorni dal pericolo delle cosiddette Ronde Nere, “il disegno di legge sulla sicurezza – ha osservato – impone norme di disciplina e non legittimerà le fantasie più o meno fanatiche di nessuno” – il viceministro dell’Interno, ha definito “fenomeno di criminalità seria” l’abusivismo commerciale e ha toccato il tasto del patto per la sicurezza, uno strumento già attivo in altre città italiane.
“Ritengo molto utile che dopo la tornata elettorale – ha argomentato nuovamente Mantovano -Comune, Provincia e Prefetto, in rappresentanza del Governo nazionale, possano stabilire queste clausole che non inventano nulla di nuovo – ha concluso – ma fanno lavorare molto meglio quello che c’e'”.
(Newsrimini.it)

Notizie correlate
di Andrea Polazzi
di Icaro Sport
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO