sabato 19 gennaio 2019
In foto: A luglio sotto la guida dei docenti, gli allievi del IV anno della Scuola per il Restauro del Mosaico di Ravenna, lavoreranno sul mosaico pavimentale, per metterne in sicurezza alcune porzioni a rischio di crollo e ostacolare la crescita di alghe e piante.
di    
lettura: 1 minuto
mer 24 giu 2009 18:53 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’operazione è possibile grazie all’accordo tra Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio di Ravenna, che gestisce la Scuola per il Restauro del Mosaico (Istituto di Alta Formazione, sezione distaccata dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze), Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e Comune di Rimini.
Tanto i mosaici della Domus del Chirurgo (seconda metà del II secolo) quanto quelli dell’edificio tardo antico (V-VI secolo) sono stati oggetto di una serie di studi ed interventi che hanno spaziato dai rilievi metrici ed iconografici all’analisi delle antiche tecniche di costruzione, dalle osservazioni macroscopiche dei materiali alle operazioni di pulitura fisica e consolidamento degli elementi mobili.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna