martedì 22 gennaio 2019
In foto: Alessandro Doto, che nel febbraio 2007 uccise a coltellate la vicina di casa, l’addestratrice di delfini di Oltremare, Tamara Monti, confida nell’appello. Per i suoi avvocati è incapace di intendere e volere
di    
lettura: 1 minuto
mer 17 giu 2009 10:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Oggi in corte d’Assise d’appello a Bologna si discuterà contro la sentenza pronunciata dal gup Lorena Mussoni che lo condannò a 14 anni preceduti però da tre anni da trascorrere all’ospedale psichiatrico di Reggio Emilia.
Secondo i suoi legali, Doto è incapace d’intendere e di volere, e non può scontare la pena in un normale carcere ma dovrebbe essere rinchiuso in un manicomio criminale.
Il movente dell’omicidio fu l’abbaiare del cane di Tamara dal quale Doto era disturbato.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna