martedì 23 luglio 2019
menu
In foto: Sulla giustizia serve un "franco e costruttivo confronto" tra tutte le istituzioni interessate, basato sul "reciproco rispetto", senza "contrapposizioni esasperate" o interferenze nelle decisioni del Parlamento.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 17 giu 2009 10:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E senza “polemiche indiscriminate” come quelle sui criteri con i quali il Csm procede alla nomina dei capi degli uffici giudiziari. Il capo
dello Stato Giorgio Napolitano ha così ricucito lo strappo tra il ministro della Giustizia Alfano e il Csm, che aveva portato alle dimissioni di tre consiglieri dalla Commissione per gli
incarichi direttivi, dimissioni ritirate ieri dai togati Giuseppe Maria Berruti e Ezia Maccora e dal laico Vincenzo Siniscalchi.

Altre notizie
di Redazione
di Andrea Polazzi
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna