giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: Non si sono fatti attendere i commenti alla ricerca presentata dall'associazione Contribuenti.it, secondo cui i bagnini riminesi sarebbero i primi per evasione in Italia (vedi notizia delle 12.48).
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
sab 27 giu 2009 13:48 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Non ho parole, ma sinceramente abbiamo altri problemi, come un calo del 40-50% degli incassi,
la pioggia, il fatto che non c’é ancora stato un weekend di sole”. Angelo Menozzi, del Sindacato italiano balneari di Rimini, risponde così all’ipotesi che in città i gestori degli
stabilimenti non rilascino la ricevuta di pagamento, denunciata da Contribuenti.it. “Vorrei sapere dove hanno preso i dati. La gente parla senza conoscere le cose: noi non abbiamo l’obbligo di emettere lo scontrino”.
“Ci si è provato per un anno – spiega – ma la cosa si è rivelata ingestibile. Segniamo l’incasso sul libro dei corrispettivi. A chi vuole però rilasciamo sempre fattura o
ricevuta, basta chiederlo”.
“Qui si paga solo l’ombrellone e lettino, i servizi come toilette, salvataggio o la ricerca dei bambini smarriti sono gratuiti, anche se non prendi un lettino – ricorda con orgoglio
– Subiamo come tutti gli altri imprenditori delle verifiche, dei controlli, e ne veniamo sempre fuori a testa alta”.
E dal fronte dei controlli non ha voluto commentare l’indagine il colonnello Enrico Cecchi, comandante della Guardia di Finanza riminese. Le Fiamme gialle non hanno fornito i dati utilizzati per la classifica. (ANSA).

Altre notizie
di Simona Mulazzani
VIDEO
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna