Indietro
menu
Morciano Politica

Circolo Pd. La Margherita non parteciperà all'assemblea fondativa

In foto: A Morciano il PD barcolla ancor prima di cominciare a camminare. L'intero gruppo della Margherita, infatti non parteciperà all'assemblea comunale di fondazione del Circolo Territoriale del Partito Democratico.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 22 gen 2008 19:27 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La decisione è stata comunicata dal coordiantore comunale ai responsabili regionale e provinciali. La motivazione, si legge nella nota, è dettata dal non essere risusciti ad elaborare un percorso condiviso con i Ds per la costituzione della nuova realtà politica.

Di seguito la lettera inviata dal coordinatore comunale:
Con la presente si vuole comunicare l’impossibilità per l’intera Margherita di Morciano di Romagna a partecipare all’Assemblea di fondazione del Circolo Territoriale del Partito Democratico del nostro Comune convocata per venerdì 25 c.m..

Ciò deriva dal fatto che nonostante gli sforzi del locale gruppo dirigente della Margherita, è stato impossibile individuare un percorso condiviso per la costituzione dei nuovi organi del soggetto politico che con passione abbiamo collaborato a costruire.

Per comprendere questa posizione occorre risalire ai veti imposti dal segretario comunale DS, Prof. Lopalco Giuseppe, sul fatto che nessun uomo del gruppo dirigente e nessuno degli Amministratori comunali della Margherita di Morciano, potesse far parte del comitato promotore “14 Ottobre” per la costituzione del P.D. quando la Margherita di Morciano, aveva segnalato gli stessi quali soggetti promotori il comitato in questione proprio per il riconoscimento che hanno a livello locale, con il fine di conseguire il maggior coinvolgimento dei cittadini alle primarie.

A nulla sono valsi gli interventi del coordinatore provinciale.

Tali veti e le modalità con cui sono stati pubblicamente espressi sulla stampa locale, non hanno comunque fatto venir meno lo sforzo a sostegno e promozione della partecipazione alle votazioni del 14 Ottobre 2007, ma di fatto hanno costituito le premesse per il disimpegno di oggi visto che le difficoltà sono ulteriormente cresciute con l’avvicinarsi dell’Assemblea costituente il circolo del P.D. territoriale.

L’ultimo atto, di lunedì scorso, quando è stato comunicato che i DS avevano scelto quale garante del PD lo stesso signor Lopalco nonostante fosse stata espressamente richiesta una figura più neutrale.

La stranezza del comportamento DS è forse da imputare, oltre che alla diversa collocazione amministrativa, anche nella scelta fatta dai DS locali, ed in particolare dal segretario Lopalco, di appoggiare, nel recente congresso nazionale diessino, la Mozione Mussi con una percentuale di quasi il 60% dei voti espressi osteggiando, dall’inizio sino alla fine del percorso, la possibilità per la convergenza di Ds e Margherita nel nuovo soggetto politico locale.

L’ostilità del Sig. Lopalco si è costantemente manifestata nel corso del suo mandato di segretario attraverso articoli, apparsi su un periodico locale (Ape del Conca) e sul sito dei Ds di Morciano, caratterizzati da animosità e attacchi personali che vanno al di là di una normale espressione di divergenze sulle scelte amministrative, anche su quelle che hanno visto l’astensione o l’approvazione della minoranza in seno al Consiglio Comunale.

Il coordinamento comunale de “La Margherita” auspica che i soggetti in indirizzo possano consentire un superamento delle difficoltà di cui sopra al fine di giungere ad una situazione di collaborazione e reale condivisione delle prospettive di formazione del nuovo soggetto politico che allo stato attuale non potrà essere condiviso.

Il presente documento è stato approvato all’unanimità del Coordinamento Comunale della Margherita e da tutti gli Amministratori comunali espressi dalla Margherita e dagli stessi sottoscritto.

Il coordinatore comunale