giovedì 20 giugno 2019
menu
In foto: La Giunta comunale ha licenziato le Linee guida del Bilancio 2008 – 2010 del Comune di Rimini. Pubblichiamo la sintesi trasmessa dall'Amministrazione Comunale:
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 26 set 2007 13:24 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Invarianza della pressione fiscale e sostegno allo sviluppo equilibrato, solidale e innovativo del tessuto economico-sociale-culturale cittadino attraverso un adeguato livello di investimenti, sono gli obiettivi primari del Bilancio 2008 del Comune di Rimini.
Nel concreto il documento economico approvato conferma sul settore degli Investimenti la volontà di proseguire sulla strada del binomio ‘equità e sviluppo’, confermando la continuità, presente negli ultimi esercizi finanziari, d’investimento nell’infrastrutturazione strategica della città per il suo miglioramento qualitativo. Settori strategici d’intervento sono le Politiche sociali, con particolare riferimento all’edilizia scolastica; la riqualificazione e l’ampliamento della rete viaria e delle aree di sosta; l’edilizia residenziale pubblica; il sostegno al tessuto della piccola e media impresa. Le risorse disponibili sul bilancio comunale per il triennio 2008/2010, compreso l’indebitamento ma al netto dei contributi pubblici o privati, ammontano a circa 130 milioni di euro.

Sul versante della spesa corrente, decisa è la volontà di proseguire nella sua riduzione mantenendo saldi gli investimenti sui settori strategici, come ad esempio il welfare, e razionalizzando l’impegno negli ambiti non decisivi.

‘Spendere meglio per spendere meno’, in sintesi, attraverso la razionalizzazione delle manutenzioni ordinarie e la costrizione dei consumi energetici; una governance più unitaria e efficace in forte aggancio agli obiettivi di mandato, delle manifestazioni e iniziative di accoglienza e culturali o dei contributi ad esse concessi; la continuazione della riduzione dove possibile degli incarichi per progettazioni e consulenze valorizzando le risorse interne del personale; l’ottimizzazione delle dinamiche di incremento del costo del personale; la definizione di politiche tariffarie innovative che abbiano come obiettivo il sostegno concreto alla famiglia.

Invarianza fiscale e contrasto dell’evasione tributaria sono le parole d’ordine del settore delle Entrate, in linea con quelli che sono gli obiettivi d’equità e giustizia propri del Comune di Rimini. In particolare, nel contrasto all’evasione fiscale straordinaria importanza avrà la gestione diretta del catasto, che sarà accompagnata dal rafforzamento di un nucleo di controllo evasione tributaria presso il settore Tributi in collaborazione con gli organismi deputati e dall’ampliamento delle attività di controllo previste dal protocollo d’intesa con la Guardia di Finanza.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna