martedì 21 maggio 2019
In foto: I Verdi di Bellaria, dopo l'estromissione dalla Giunta per le polemiche sul progetto della nuova darsena, attaccano duramente il sindaco Scenna ("reo", ora, anche di cercare appoggi a destra) con un intervento che pubblichiamo:
di    
lettura: 2 minuti
gio 16 ago 2007 16:36 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sogno o son destro?

Qualche giorno fa il sindaco Scenna ha dichiarato ai giornali: “Serve un passo indietro per unirci”. Cosa vuol dire? E quando il passo indietro glielo abbiamo chiesto noi? Meglio cercare fra l’opposizione che mantenere il rapporto con i Verdi, secondo partito della coalizione? Ma si tratta di un vero passo indietro o vuol forse dire che tutti devono omologarsi al suo modo di pensare: il percorso è questo e non si cambia?
Con un’arroganza senza pari e ignorando totalmente la volontà popolare espressa nel 2004, il Sindaco si è arrogato il diritto di bandire i Verdi non solo dalla Giunta ma anche dalla coalizione di maggioranza, la coalizione eletta dalla Città!
Un Sindaco che, in tutto questo periodo, ci è sembrato più attento a rassicurare Portur, sulla data dell’inizio dei lavori della darsena, piuttosto che a tenere unita la sua maggioranza e rassicurare la sua città.
E noi Verdi siamo stati banditi, allontanati, cacciati, solo perché abbiamo chiesto le massime garanzie per il territorio e l’ambiente; banditi, allontanati, cacciati perché abbiamo chiesto che venissero rispettate le prescrizioni della Provincia, avete capito bene, della Provincia e non dei Verdi!
Garanzie e tutele che avrebbe dovuto richiedere anche l’ex consigliere Verde Monica Giorgetti, che da brava tecnica ci ha ricordato, nell’ultimo incontro di maggioranza, che basta un palo della luce piantato in mare per provocare erosione. E la darsena cara Monica?
Le motivazioni del nostro allontanamento sono inconsistenti, se la tutela della costa e dell’ambiente sono inconsistenti, così come inconsistente ci sembra essere la prospettiva politica del Sindaco: naviga a vista, chiedendo aiuto a destra e non a manca.
Meglio la destra dell’ambiente, meglio la destra che la difesa della costa, meglio la destra che la protezione delle nostre spiagge, che tristezza, povera costa, povero territorio, povero Prodi, povera Unione!
Ma una cosa vogliamo sottolinearla con forza per rassicurare quanti guardano con preoccupazione la deriva a destra che Scenna sta prendendo: i Verdi sono e saranno sempre forza una politica del Centro Sinistra.
Volevamo cogliere l’occasione per ringraziare quelle decine di cittadini che verbalmente, telefonicamente, per telegramma, per strada, ci hanno espresso la loro stima, la loro solidarietà e la completa contrarietà all’atto subito da Rosanna Rizzo e dai Verdi per la Pace.

Verdi per la Pace
Di Bellaria Igea Marina

Altre notizie
di Lamberto Abbati
di Redazione
Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Redazione   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna