22 August 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Omicidio in stazione. L’assassino confessa al Gip di non ricordare

CronacaRimini

11 agosto 2007, 10:02

in foto: Comparso ieri davanti al Gip del Tribunale di Rimini, Dimitru David, il 42enne rumeno che mercoledì ha ucciso la figlia e ferito gravemente la moglie alla stazione, ha detto di non ricordare nulla dell'omicidio.

Un gesto, tra l’altro, compiuto davanti all’altro figlio di otto anni, che rimane per ora affidato ad un centro di accoglienza del riminese, e al fratello dell’assassino, che vive a Torino. Il 42enne, che non ha mostrato alcun pentimento, ha ricordato però di essere sconvolto perché l’ex moglie voleva portare i figli ad Ariano Irpino per far vedere loro dove aveva lavorato, e lui sarebbe rimasto solo. L’omicida ha spiegato di aver concordato con l’ex moglie, badante nel modenese, una vacanza proprio per stare con i figli che non vedeva da un paio d’anni. Confermata la violenta lite nella notte precedente l’omicidio. L’uomo ha anche ammesso di aver portato con sé il coltello in stazione perché era sconvolto ma non ha saputo spiegare l’accanimento nei confronti della figlia con la quale ha sostenuto di avere un buon rapporto. Gli investigatori hanno ascoltato anche il fratello dell’ex moglie, giunto dalla Sicilia dove lavora e dove vive con la famiglia, che ha confermato il divorzio di un paio d’anni fa, e la facoltosa famiglia del modenese dove Fabiana aveva trovato lavoro.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454