martedì 22 gennaio 2019
In foto: Ha aperto di recente i battenti il Museo della Locomozione di Riccione. Un tendone bianco all'uscita dell'autostrada ospita auto d'epoca e prototipi di Leonardo da Vinci. www.museolocomozione.org
di    
lettura: 1 minuto
gio 16 ago 2007 09:55 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un cavaliere di ferro accoglie con un inchino il visitatore della mostra di Leonardo Da Vinci al Museo della Locomozione di Riccione. L’esposizione raccoglie realizzazioni basate sui progetti dello scienziato: il carrarmato, riprodotto in scala reale, la bicicletta, un’idea di elicottero, una gru, una macchina per la stampa. Tutti funzionanti e corredati dalle foto dei disegni originali di Leonardo.
La visita prosegue con le auto d’epoca: quelle degli anni ’50 del periodo di Happy Days e una sezione dedicata alle auto sportive da corsa dal 1900 al 1960. Un museo tematico che ripercorre la storia del movimento con manifesti d’epoca e le opere di Romi Osti. Ma il pezzo più significativo l’auto con cui il pilota di Formula Uno Clay Regazzoni ebbe l’incidente che gli costò la paralisi delle gambe, insieme all’ equipaggiamento da competizione.
La mostra su Leonardo rimarrà fino a febbraio, mentre da ottobre il museo sarà rivoluzionato. In arrivo altre pezzi della storia della locomozione: “A Riccione – ha spiegato Gabriele Fabbri, ideatore del Museo della Locomozione – arriveranno motociclette, piccoli aerei della prima guerra mondiale, tra cui probabilmente quello con cui Gabriele D’annunzio volò su Vienna lanciando i manifesti, poi carrozze e macchine da guerra”.
L’idea di un museo tematico sulla locomozione è piaciuta, tanto che il modello riccionese sarà esportato all’estero: “Abbiamo avuto forti richieste sia da Dubai che da Roma per creare musei tematici su questo genere” ha concluso Fabbri.
Per informazioni: 0541-607818 – www.museolocomozione.org

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna