martedì 16 luglio 2019
menu
In foto: C'è anche Rimini tra le città coinvolte nell'operazione “Pseudo Compost” dei carabinieri di Bologna. L'indagine ha permesso di sgominare un'organizzazione criminale dedita al traffico illecito di oltre 800 mila tonnellate rifiuti pericolosi:
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
lun 2 lug 2007 09:16 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

cinque le ordinanze di custodia cautelare emesse, 11 i decreti di sequestro nei confronti di altrettante società, impianti e aziende agricole e 15 i decreti di perquisizione. 47 in totale le persone coinvolte. I rifiuti venivano illecitamente miscelati con altre tipologie e poi smaltite in discariche non autorizzate dell’Emilia Romagna, oppure sparse su campi destinati alla coltivazione come “pseudo compost”. Il volume d’affari risulterebbe pari a 8 milioni di euro, mentre il valore dei beni sequestrati ammonterebbe a oltre 6 milioni di euro. 200 i carabinieri impeganti tra cui quelli di Rimini e Ravenna.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna