domenica 20 gennaio 2019
In foto: La secessione della Alta Valmarecchia scalda i rapporti tra istituzioni romagnole e marchigiane. www.provincia.rimini.it
di    
lettura: 1 minuto
mer 18 lug 2007 17:41 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della provincia Fabbri ha, infatti, sospeso la propria partecipazione al protocollo d’intesa siglato a marzo tra le due regioni per avviare forme di collaborazione e di politiche condivise sui 7 comuni del Montefeltro. Fabbri ha deciso di non presentarsi al tavolo istituzionale, in programma il 27 luglio, se prima gli enti coinvolti non chiariranno la loro posizione. La netta impressione del presidente è che qualcuno consideri il protocollo un surrogato alla modifica dei confini. Un contentino giudicato inaccettabile, visto anche il tergiversare del governo che ancora non ha preso in esame i risultati referendari: nella seduta parlamentare del 30 luglio sarà valutata la legge 132 sulla modifica dei confini, ma non sarà trattato il caso Valmarecchia. Fabbri ha inviato una lettera con la richiesta di un incontro urgente ai presidenti delle regioni Marche ed Emilia-Romagna e della provincia di Pesaro-Urbino.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
I numeri forniti dalla Regione

Sanità. Nel 2018 936 assunzioni in Romagna

di Redazione
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
di Andrea Polazzi
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna