giovedì 18 luglio 2019
menu
In foto: Il mare riminese è “da tenere d'occhio”. Secondo i dati della Goletta Verde di Legambiente, che ha concluso oggi a Rimini il tour per il monitoraggio dell'Adriatico, le acque sono infatti peggiori dello scorso anno, con uno stato di sofferenza soprattutto della foce del fiume Marano.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 6 lug 2007 16:24 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le coste sono stressate da un carico antropico e turistico eccezionale – ha ricordato l’associazione – con l’aggravante di una depurazione che in alcuni Comuni non è al massimo. Il 60% dei campioni esaminati risulta leggermente inquinato.
Dall’indagine delle foci dei fiumi e dei porti canale è emerso anche il grave inquinamento alla foce del Marano. Meglio invece il lato sud della foce dell’Uso.
La sfida dell’area riminese per Legambiente resta la depurazione e la gestione delle acque superficiali, che dai comuni dell’entroterra e dalla costa convogliano al mare una quantità considerevole di patogeni.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna