mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Nell'ambito di CNA Rimini è nata “Adria Energy Clean” una società costituita dai consorzi CIV, CAR e 16 imprese del settore impiantistica elettrica, idraulica e della bio-edilizia.
di    
lettura: 1 minuto
gio 14 giu 2007 17:13 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Adria Energy Clean – spiega una nota di CNA – è una ESCO (Energy Service Companies, società di scopo iscritte all’albo governativo) e si occuperà della produzione di energie pulite, non solo elettriche ma anche termiche, di bio-edilizia e di imprese che utilizzano materiali a bassa dispersione di sostanze nocive nell’ambiente come le vernici a basso contenuto di piombo.
Il compito di questa struttura – prosegue la nota – non si limita alla produzione di energia ma investe tutto il campo della progettazione tecnica e dei finanziamenti di ogni tipo che riguardino eventuali interventi per il risparmio energetico.
Adria Energy Clean, spiega CNA, è una struttura aperta a tutte le aziende con competenze del settore del risparmio energetico.
Il Ministero dell’Ambiente ha emanato un bando per piccole e medie imprese che prevede la corresponsione di contributi in conto capitale per la realizzazione delle tipologie di:

Impianti fotovoltaici di potenza nominale compresa tra 20 e 50 kWp. Sono ammessi agli incentivi, nella misura massima del 50% dei costi ammissibili, solo per gli impianti che siano installati o costituiscano parte degli elementi costruttivi di strutture edilizie;

Impianti eolici (nella misura massima del 30% del costo ammissibile) di potenza nominale compresa tra 20 e 100 kWp;

Impianti solari termici (nella misura massima del 30% del costo ammissibile) per la produzione di acqua calda sanitaria, per il riscaldamento e raffreddamento degli ambienti, per la fornitura di calore e per il riscaldamento delle piscine;

Impianti termici a biomasse (nella misura massima del 30% del costo ammissibile) per la produzione di calore di potenza nominale compresa da 150 e 1000 KW. Sono ammessi all’agevolazione le piccole e medie imprese aventi i parametri dimensionali stabiliti dal Ministro dell’Industria.
Nei prossimi giorni l’associazione sarà presentata agli amministratori locali.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna