domenica 20 gennaio 2019
In foto: Quindici chili di eroina provenienti dall'Albania sequestrati a Rimini dai carabinieri del Nucleo e del Reparto operativo. Il blitz alle 2 di stamattina in pieno centro storico.
di    
lettura: 1 minuto
sab 23 giu 2007 15:09 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La cantina di Julian Papanikolla, albanese incensurato di 32 anni, sposato con due figli, fungeva da deposito. Occultati in un armadio, in tre borse sportive e nei telai dei passeggini dei bambini, nell’appartamento di via Toni, a Rimini, tra bottiglie di acqua minerale e caffè, c’erano 15 kili di eroina purissima del valore stimato in più di un milione di euro. Tra i 36 panetti ed involucri, c’erano anche un etto e mezzo di mannite, minerale utilizzato per il taglio, due bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento delle dosi. La droga veniva dall’Albania ed era rivenduta agli spacciatori della riviera. Il blitz dei carabinieri al quale ha collaborato anche la Polizia municipale, è scattato verso le 2 di stanotte quando i militari, notati alcuni movimenti sospetti, hanno fatto irruzione. L’uomo era controllato da tempo: oltre all’appartamento in centro possedeva due macchine. Un tenore di vita troppo elevato vista la quasi nullafacenza.
Dai controlli inoltre, è risultato che anche la famiglia di Papanikolla, in Albania, ad Elbasan, città di bande specializzate nel commercio di stupefacenti, ha precedenti per traffico. I carabinieri di Rimini hanno rafforzato i controlli nella zona residenziale della città, dopo i casi di overdose delle ultime settimane.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna