mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Una serra completamente distrutta e statale 16 invasa da una spessa nube di fumo nero. E' divampato in pochi minuti, attorno alle 14,30, l'incendio al vivaio Dalia sulla statale affianco al vecchio cimitero di Riccione.
di    
lettura: 1 minuto
mer 23 mag 2007 19:55 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

E’ bastata una scintilla, forse causata da un mozzicone di sigaretta gettato dalla strada e il fuoco, complice anche i pappi dei pioppi, ha preso il sopravvento e la serra in materiale plastico è stata avvolta dalle fiamme. La proprietaria del vivaio che è in fase di chiusura, già la vendita è stata spostata in un negozio in via Castrocaro, non si è accorta subito di quanto stava accadendo. Quando le fiamme si sono propagate nella serra già in disuso si trovava all’interno dello stabile affianco e ad attirare la sua attenzione è stato il denso fumo nero. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco sul posto con due mezzi e una decina di uomini, che hanno impiegato circa un’ora a sedare tutti i focolai tra le sterpaglie. Il fuoco si è diffuso fino al confine con il cantiere della nuova caserma dei carabinieri. Anche il traffico è stato messo a dura prova, tanto era denso il fumo che ha invaso l’Adriatica. Ma non è stato l’unico intervento della giornata. Un incendio di grosse dimensioni è scoppiato attorno alle 16 tra le sterpaglie nell’entroterra di Gabicce. Sempre sterpaglie a fuoco all’origine dell’incendio di questa mattina nei pressi dell’aeroporto. Per spegnere le fiamme che rischiavano di invadere la pista anche un mezzo aeroportuale.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna