venerdì 18 gennaio 2019
In foto: Con ancora molta rabbia in corpo per la sconfitta immeritata con il Bari e con ormai la certezza di dover lottare contro tutto e contro tutti,
di    
lettura: 1 minuto
ven 18 mag 2007 20:02 ~ ultimo agg. 30 nov 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

come ha sottolineato capitan Ricchiuti nel dopogara di sabato scorso, il Rimini si prepara alla trasferta di La Spezia. I liguri grazie a tre vittorie esterne (a Crotone, Pescara e Lecce) hanno superato un momento difficile. Al “Picco” non vincono però da due mesi (dal 3-1 sull’Arezzo del 17 marzo). Da quel giorno hanno rimediato tre sconfitte (con Bari, Genoa e Brescia) ed un pareggio (con la Triestina). Ma venderanno cara la pelle, per cercare di evitare i play out (sono solo a +2 dalla zona calda) e per regalare una soddisfazione ai propri supporters, vista la rivalità tra le due tifoserie.
Acori, costretto dalla squalifica a guardare i suoi dalla tribuna (in panchina andrà il tecnico della Primavera, Elvio Selighini), non potrà schierare Cascione, appiedato dal Giudice sportivo, e Moscardelli, rimasto a casa per una distorsione alla caviglia. Al centro dell’attacco giocherà Matri. Con Cristiano non al top, sulla mediana agiranno Tasso e Cardinale.

Nelle fila bianconere rientra dalla squalifica l’attaccante Colombo. Problemi alla schiena per il centrocampista ex Cesena Confalone.

Fischia Domenico Celi di Campobasso, arbitro con il quale nei tre precedenti stagionali il Rimini non ha mai fatto suoi i tre punti.

Gli appassionati potranno seguire l’andamento della partita su èTV Romagna e radio Icaro nel corso della trasmissione “Serie B”, in diretta dalle 15,45.

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
di Roberto Bonfantini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna