mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Ha aperto oggi i battenti alla fiera di Rimini la 18esima edizione di Enada, Mostra Internazionale dell'Automatico del Divertimento. Un'edizione che conferma i drastici cambiamenti che sta vivendo il settore. www.enadaprimavera.it
di    
lettura: 1 minuto
gio 23 mar 2006 19:18 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Con i computer casalinghi, le consolle, i cellulari le sale giochi, per reggere la concorrenza, si sono trasformate poco a poco in piccoli casinò. Una tendenza resa in tutta la sua evidenza da Enada: videopoker, videoslot, videoblack jack, videoroulette, scommesse online e affini. Il mercato bada a far cassa. Classici come carambole e calcio balilla tengono. Ma per i videogame il discorso cambia: un videogioco può costare fino a 30mila euro, e per far sì che il giocatore butti gettoni in fretta bisogna puntare sulla vincita tangibile e immediata.
E quelli che intendevamo come videogiochi fino a pochi anni fa, ormai introvabili anche all’Enada? Sono già roba da museo. Come lo Space Invaders, il videogame che insieme al Pacman alla fine degli anni ’80 rivoluzionò l’automatico da divertimento. Pura preistoria.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna