martedì 22 gennaio 2019
In foto: E' passato molto tempo da quell'8 marzo 1908, quando 129 operaie, in sciopero per chiedere migliori condizioni di lavoro, morirono nell'incendio dell'azienda Cotton di New York perché il proprietario aveva sbarrato le porte. Il programma delle iniziative del Comune di Rimini e della Provincia.
di    
lettura: 2 minuti
mar 7 mar 2006 16:24 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Oggi tanti diritti per le donne sono considerati acquisiti, da quello al voto, al lavoro, alla dignità.
A parte l’aspetto ludico e folkloristico, ricordare l’8 marzo può avere ancora un senso se diventa un appuntamento per fare il punto sulla condizione delle donne, e valutarne impatto e presenza nella società.
Le ‘quote rosa’ proposte dalla ministra Presitgiacomo non sono diventate legge, ma se a governare fossero le donne, il mondo sarebbe diverso da com’è? E’ la provocazione proposta agli studenti delle scuole superiori riminesi dall’assessorato alle pari opportunità e casa delle donne, che hanno promosso un concorso in occasione dell’8 marzo.
L’8 marzo durerà una settimana a Rimini: al concorso nelle scuole si affiancherà la premiazione di 10 donne eccellenti, 10 imprenditrici, scelte quest’anno nel settore dell’abbigliamento. Per la prima volta ci sarà anche un premio solidarietà.
Le iniziative propongono anche appuntamenti a teatro, giovedì 9, seminari su donne e violenza e sul mobbing, il punto della situazione a 60 anni dal diritto al voto per le donne, il 10, l’11 e il 13, mentre il 14 sarà dedicato alle storie di grandi donne.
Per l’8 marzo parte anche l’iniziativa de Il Resto del Carlino, che pubblicherà biografie illustri da Francesca da Rimini, a Margherita Zoebeli a Maria Borman Ceccarini nel libro ‘Donne di Romagna’.

Altre iniziative anche in giro per la Provincia: a Morciano, dove é in corso la Fiera di San Gregorio, l’Amministrazione ha pronti mazzolini di mimosa che verranno distribuiti nel padiglione fieristico per l’intera giornata.
A San Giovanni in Marignano il Sindaco Domenico Bianchi ha scelto anche quest’anno di fare dono alle signore marignanesi di 200 mazzolini di mimosa. Con tanto di messaggio:

“Care Donne marignanesi,

la ricorrenza dell’8 marzo ha fatto si che il mio pensiero fosse indirizzato a Voi. Vorrei con queste poche righe esprimere la profonda stima che nutro nei Vostri confronti. Siete fortemente dinamiche, protagoniste essenziali di questa vita di comunità. San Giovanni infatti cresce grazie anche e soprattutto a Voi. Voi che nonostante il carico di lavoro familiare ed extra-domestico siete soddisfatte delle vostre relazioni familiari e personali, pagando un prezzo elevato in disponibilità di tempo libero. La vostra positività è una forza motrice per tutti noi. Vi ringrazio per la professionalità e responsabilità che ogni giorno mostrate sul lavoro e per l’esempio che date a giovani e meno giovani. La vostra sensibilità è unica tanto che siete la maggioranza di chi opera nel volontariato e nelle associazioni ad esso connesse. Grazie per far si che San Giovanni cresca bene con il cuore di una grande mamma”.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna