giovedì 24 gennaio 2019
In foto: I lavoratori di Banca Intesa della Provincia di Rimini hanno aderito compatti allo sciopero regionale del 6 marzo. Ne danno notizia i sindacati riminesi FIBA CISL e FISAC CGIL.
di    
lettura: 1 minuto
mer 8 mar 2006 16:09 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nella provincia di Rimini i cinque sportelli che contano circa una quarantina di dipendenti sono rimasti chiusi per tutta la giornata.
Banca Intesa – ricordano in una nota i sindacati – che è nata dalla fusione di tre grandi istituti di credito (Banca Commerciale Italiana, Banco Ambrosiano Veneto e Cariplo) – nonostante i lavoratori abbiano contribuito con grossi sacrifici al rilancio dell’azienda come si evince dai brillanti risultati di bilancio – non dà risposte sulle condizioni di lavoro dei propri dipendenti e nega di fatto un reale e costruttivo dialogo con il sindacato. Il prossimo 10 marzo, annunciano i sindacati, si replicherà con un’altra giornata di sciopero a livello nazionale per smuovere Intesa dal suo atteggiamento arrogante e indifferente nei riguardi dei lavoratori.

Notizie correlate
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna