lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Rimini riconquista per Londra. C'era sì un charter settimanale, ma è con il nuovo accordo con la Easyjet che viene finalmente compensato il vuoto lasciato dalla burrascosa dipartita della Ryanair del 2001. www.riminiairport.com
di    
lettura: 1 minuto
mar 7 mar 2006 11:25 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Quattro collegamenti settimanali con un Boeing 737 da 149 posti, dal 29 di giugno, per l’aeroporto di Luton, a mezzora dal centro della capitale britannica. Il costo è di 31 euro per tratta, tasse incluse. L’accordo è quinquennale, con la condizione che a ottobre il riempimento dei velivoli abbia raggiunto il 70%. Tra gli scali italiani della Easyjet, leader del mercato low cost europeo insieme alla stessa Ryanair, Rimini è l’unica novità per il 2006, e dalla collaborazione sono attesi nuovi frutti in futuro.
Il ritorno del volo per Londra e i nuovi voli per la Germania e le altre destinazioni già annunciati le scorse settimane sono passi avanti verso il recupero di quei segmenti internazionali che la Riviera di Rimini ha perso negli ultimi anni. Un recupero che però funziona solo nell’ottica del sistema e del pacchetto, ha ribadito Andrea Gnassi, assessore al Turismo della Provincia di Rimini.

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna