mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Sabato al Teatro degli Atti di Rimini alle 21 la Compagnia Banyan Teatro presenta “Al piramidi d'Eget + gra.tu.sa è dialèt” due atti unici dedicati alla sorte della lingua romagnola, per la regia di Gianluca Reggiani. Di fronte al pericolo della scomparsa del dialetto si alza la voce di "un eroe qualunque": Achille Bianchini, detto "chilein", maestro elementare della scuola di Spadorolo. Biglietti in prevendita alla biglietteria del Teatro Novelli. "Il dialetto romagnolo afferma Reggiani - rischia di scomparire nell'indifferenza generale. Sono rimasti pochi quelli che ancora lo parlano. Da questo quadro deprimente si alza la voce di "un eroe qualunque": Achille Bianchini, detto "chilein", maestro elementare della scuola di Spadorolo che inizia la sua battaglia per la salvaguardia del dialetto... La lingua della nostra terra, il dialetto romagnolo, sta scomparendo? Le nuove generazioni parlano in dialetto? Lo capiscono? Ha senso cercare di arrestare questo processo che probabilmente porterà alla perdita del nostro idioma, della nostra lingua? E' meglio lasciare che le inevitabili trasformazioni che subiscono le lingue facciano il loro naturale corso? Sono tante le domande che ci potremmo porre sulla sorte del dialetto romagnolo e sulle cause di questa situazione, e ci sono sicuramente studiosi o appassionati che hanno analisi, teorie e risposte molto interessanti su questi temi. Noi vogliamo solo porre la questione, non vogliamo far finta di niente, e vogliamo farlo con il sorriso sulle labbra, con il coraggio di riderci sopra e di prenderci un pò in giro".
di    
lettura: 1 minuto
gio 23 mar 2006 09:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sabato al Teatro degli Atti di Rimini alle 21 la Compagnia Banyan Teatro presenta “Al piramidi d’Eget + gra.tu.sa è dialèt” due atti unici dedicati alla sorte della lingua romagnola, per la regia di Gianluca Reggiani. Di fronte al pericolo della scomparsa del dialetto si alza la voce di “un eroe qualunque”: Achille Bianchini, detto “chilein”, maestro elementare della scuola di Spadorolo.
Biglietti in prevendita alla biglietteria del Teatro Novelli.

“Il dialetto romagnolo afferma Reggiani – rischia di scomparire
nell’indifferenza generale. Sono rimasti pochi quelli che ancora lo parlano.
Da questo quadro deprimente si alza la voce di “un eroe qualunque”: Achille
Bianchini, detto “chilein”, maestro elementare della scuola di Spadorolo che
inizia la sua battaglia per la salvaguardia del dialetto… La lingua della
nostra terra, il dialetto romagnolo, sta scomparendo? Le nuove generazioni
parlano in dialetto? Lo capiscono? Ha senso cercare di arrestare questo
processo che probabilmente porterà alla perdita del nostro idioma, della
nostra lingua? E’ meglio lasciare che le inevitabili trasformazioni che
subiscono le lingue facciano il loro naturale corso? Sono tante le domande
che ci potremmo porre sulla sorte del dialetto romagnolo e sulle cause di
questa situazione, e ci sono sicuramente studiosi o appassionati che hanno
analisi, teorie e risposte molto interessanti su questi temi. Noi vogliamo
solo porre la questione, non vogliamo far finta di niente, e vogliamo farlo
con il sorriso sulle labbra, con il coraggio di riderci sopra e di prenderci
un pò in giro”.

Altre notizie
di Redazione
aveva derubato un compagno

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna