martedì 15 ottobre 2019
menu
In foto: Come fare per ridurre il traffico e migliorare la qualità dell'aria? Semplice, puntare sulla mobilità lenta, vale a dire quella ciclopedonale.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 10 feb 2006 11:38 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Questo l’obiettivo dell’accordo di programma sottoscritto da regione, provincia, comune e agenzia Tram, relativo al triennio 2003-2005, nel quale rientrava anche il progetto “Riminibici”. Grazie a questa iniziativa, finanziata da regione e Tram per 50 mila euro (25 mila a testa), sono state dislocate sul territorio 16 pensiline coperte dove parcheggiare le biciclette. Un modo per rispondere anche alla propensione dei riminesi verso le due ruote: alcune ricerche indicano infatti un forte interesse per la bici nel 27% dei cittadini.
Forte interesse che si riscontra anche nell’attività dell’amministrazione comunale: dal 2002 ad oggi anche le piste ciclabili si sono ampliate passando da 30 a 50 km, il passo ulteriore è adesso quello di puntare sulla qualità. Per l’assessore ai lavori pubblici, Lanfranco Maggioli, infatti è importante dare più continuità alle piste ciclabili (alcuni tratti non sono infatti connessi e srvono zone limitate), ma anche incrementare i livelli di manutenzione e migliorare la segnaletica. Secondo passo il senso civico, da inculcare anche attraverso controlli più severi: per Maggioli è infatti importante che i cittadini “rispettino” le piste ciclabili evitando, ad esempio, di bloccarle con le proprie auto.

Per favorire l’uso delle due ruote, Tram mette al servizio degli utenti anche biciclette da noleggio: parcheggiando l’auto nella restaurata area Settebello, si può infatti utilizzarne una gratuitamente per tre ore, ogni ora aggiuntiva prevede invece una spesa di 50 centesimi.
Non resta altro che pedalare.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna