martedì 23 luglio 2019
menu
In foto: Non ce l'ha fatta, la chiesa di Gradara, a contenere le tante persone, i tanti amministratori, i tanti cittadini hanno partecipato oggi alle 15 al funerale di Gianfranco Micucci.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
sab 25 feb 2006 18:26 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il corteo che ha accompagnato la salma è stato accolto dal ‘Silenzio’ suonato dalla banda, che ha suonato poi l’Inno nazionale. Solo gli amplificatori collocati all’esterno hanno permesso a tutti, pur sotto la pioggia, di seguire la Messa di esequie, e l’omelia predicata da don Biagio della Pasqua, parroco di San Pio V a Cattolica.

In tanti hanno così testimoniato l’affetto alla persona, al sindaco, al personaggio che Micucci aveva saputo inventare, un amministratore capace di ascoltare, e vicino alla ‘sua’ gente.
Dopo il funerale, la salma di Gianfranco Micucci è stata trasportata a Cattolica, dove verrà sepolto.

Sono molti anche i messaggi di cordoglio giunti ancora oggi alla famiglia:
il senatore Zavoli, ha salutato in Micucci ‘un leader politico dalla straordinaria creatività’.
Oggi Cattolica ha vissuto la giornata di lutto cittadino, e il consiglio comunale si è riunito in seduta straordinaria, alla presenza di molti dei consiglieri delle tre legislature presiedute da Micucci,

che il sindaco Pazzaglini ha ringraziato, per le invenzioni e le provocazioni, per aver saputo dare alla città l’orgoglio di essere cattolichini.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Andrea Polazzi   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna