giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Macchè crisi. La domanda turistica complessiva della provincia di Rimini alla fine del 2005 ha registrato 2 milioni 870.726 arrivi:
di    
lettura: 1 minuto
ven 10 feb 2006 19:26 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

in percentuale, rispetto all’anno precedente, significa un bel più 1,7. In aumento, seppur in misura minore, anche le presenze. Ma se i dati, forniti dall’osservatorio provinciale sulla domanda turistica, hanno il segno più, è solo grazie alla componente italiana, che con il 3% di arrivi e l’1% di presenze ha compensato la variazione negativa della domanda estera. Un calo dovuto alla contrazione dei mercati tradizionali, e crollato al – 3% sia per gli arrivi che per le presenze. Secondo le statistiche, quasi la metà degli italiani è stata a Rimini e tuttora ci torna per la vacanza: sono in particolare uomini, dai 35 ai 64 anni d’età, per lo più residenti nel nord ovest e con un impiego che spazia dall’impiegato al professionista, dall’operaio all’imprenditore. In comune la scelta dell’albergo: un buon ‘tre stelle’, segmento verso cui l’offerta riminese si sta sempre più orientando. In tutto i 2.314 esercizi mettono a disposizione 77.114 camere e 141.660 posti letto.
Difficile riempirli tutti, soprattutto fuori stagione: anche se il peso percentuale delle presenze da ottobre a marzo si aggira attorno al 12%: il 7%, in particolare uomini dai 25 ai 54 anni, raggiungono la riviera per lavoro, e il 4% per visitare i parenti.
Tornando al periodo maggio settembre, il settore turistico alberghiero ha segnato valori positivi, soprattutto rispetto al 2004: nonostante la ‘maledizione’ del meteo e il conseguente aumento della piovosità in particolare nei mesi di luglio ed agosto. Alla fine, estate bagnata, estate fortunata…

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna