Basket. Gli avversari dei Crabs: la Pepsi del frizzante Colson

Rimini Sport

26 febbraio 2006, 10:01

in foto: La Coopsette per far dimenticare la figuraccia fatta con Ferrara è chiamata all'impresa nella tana della Pepsi Caserta, che domenica, grazie alla terza vittoria consecutiva, ha raggiunto Scafati in vetta alla classifica di Legadue.

E se fuori casa i campani concedono qualcosa (5 vittorie a fronte di 6 sconfitte), al PalaMaggiò finora hanno un ruolino immacolato: 11 partite 11 vittorie (unica formazione imbattuta davanti al pubblico amico della Lega), rifilando agli avversari di turno in media 92 punti.
L’incontrastato leader della squadra allenata da Franco Marcelletti (che con Caserta nel ’91 vinse uno scudetto) è il play tascabile americano Sean Colson, capocannoniere della Legadue con 30,8 punti a partita, passatore principe (4,5 assist ad allacciata di scarpe) e re della classifica della valutazione, in coabitazione con lo jesino Sato (26,55). Cifre che la dicono lunga sulla pericolosità del 31enne di Philadelphia, 182 centimetri di classe pura, che ha cambiato tre college: Rhode Island, poi Hagerstown JC, quindi North Carolina Charlotte, uscendo nel ’98. Poi quattro stagioni nella CBA con i Grand Rapids Hoops, con qualche apparizione tra i Pro (con le canotte di Atlanta Hawks e Houston Rockets). La prima esperienza europea a Roseto (nel torneo 2001/’02), poi in Polonia, Russia, Ucraina e Turchia. Nel 2003 l’approdo alla Cimberio, l’anno successivo il passaggio alla Pepsi. Colson si esprime da due con il 57,4%, da tre con il 36,6% e ai liberi con l’83,6%. Cattura 3,9 rimbalzi. Unico dato a suo sfavore le 5,4 perse (è primo anche in questa, poco confortante, classifica).
Aiuta Colson a portar palla Alessandro Bencaster. Il 25enne spezzino, ex Livorno, Capo d’Orlando e Imola, è giocatore di grande intensità, primo nei recuperi (3,6). In attacco viagga a 8,9 punti a gara, con il 38,5% da tre. 1,3 assist e 3,7 carambole le altre cifre di rilievo.
L’infortunio di Kris Clack priva Marcelletti di un elemento importante per la chimica della Juve. 13,9 punti, 6,8 rimbalzi e 3,5 recuperi in 33 minuti per l’ex Reggio Emilia e Trapani.
Contro Rimini farà il suo esordio con la canotta bianconera la guardia-ala Galen Young, 30enne di Memphis alto 198 centimetri, amico di Colson.
Poco meno di metà partita a disposizione dell’italo-argentino Franco Migliori, portato in Italia dalla Bipop Reggio Emilia. La 23enne guardia-ala di San Francisco sfrutta i minuti passati sul parquet per imbucare 8 punti con il 39,6% dal perimetro, risultando spesso un prezioso elemento di rottura.
Poco più di un quarto per il tiratore italo-americano Jason Maile, recordman nel tiro da tre punti a Pittsburgh e con esperienze europee anche in Spagna e Germania. 3,3 punti con il 57,1% da due ed il 36,6% dall’arco per la 32enne guardia-ala di Forrest City.
Otto minuti totali per il 16enne play Stefano Gentile, proveniente dall’Artus Maddaloni e figlio di Nando, capitano della Juve Caserta tricolore.
Sei minuti totali e zero punti a referto per la 25enne ala italo-canadese di 201 centimetri Gianni Lewis Costantiello. La guardia Mario Milone, casertano che ha appena compiuto 18 anni, è il decimo uomo della Pepsi.
Da quattro parte Dominic Callori, che a dispetto dei due metri scarsi (198 centimetri, per la precisione) arpiona 6,1 rimbalzi in 22,4 minuti, grazie a due gambe esplosive. Il 25enne di Sacramento, con passaporto italiano, è un lungo atipico, dotato di un ottimo tiro dalla distanza: 42,5%. 6,9 i punti messi in media nel paniere avversario dall’ex Fabriano.
Il pivot è una delle sorprese più positive del torneo: il finlandese Antti Nikkila, uscito dal Valparaiso College nel 2002 e che ha esordito in campo professionistico nel 2003/’04 con l’Aris Salonicco. Il 2.10 di Tampere domenica scorsa contro Jesi ha fatto fuoco e fulmini: 34 punti, 11 rimbalzi e 6 recuperi per 51 di valutazione. In media di punti ne segna 12,9, risultando il più preciso dalla media (72,1%). Si concede poco nel tiro da tre (2/3, comunque). E’ secondo nella speciale classifica dei rimbalzi offensivi (3,8) e quarto in quella dei rimbalzi totali (9,3). A contornare il tutto 36 stoppate rifilate (1,6 a gara).
Fa rifiatare i lunghi il 2.10 italo-egiziano Houssam Gamal, arrivato a Caserta a febbraio dello scorso anno, dopo una breve esperienza negli Stati Uniti. Cresciuto nelle giovanili della Reggiana, con la cui canotta ha debuttato in prima squadra nel 2001/’02, Gamal segna 7,5 punti con il 70,2% dalla media ed il 50% dalla lunga e cattura 3,2 rimbalzi in 17,9 minuti. Non è al meglio.
Nella Coopsette farà il suo debutto l’americano Tim Pickett, che ha preso il posto di Blankson. Tra i dieci ci saranno anche Bagnoli, trattenuto per il momento (dopo le minacce della proprietà di metterlo fuori rosa), e Scarone. L’ecografia al polpaccio destro del capitano ha dato esito negativo, rilevando solo un’infiammazione.
All’andata Rimini s’impose 99-95, proprio con Scarone e Bagnoli sugli scudi. Colson ne imbucò 41, ma non riuscì a coinvolgere i compagni.

La partita sarà trasmessa in diretta su radio Icaro. Palla a due alle 18,15.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454