mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: La Guardia di Finanza di Ravenna ha sequestrato 267 tonnellate di rifiuti in due aziende romagnole, a Montaletto di Cervia e a Gatteo.
di    
lettura: 1 minuto
mar 7 feb 2006 13:35 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nell’azienda ravennate, che fabbrica materiale edile, le Fiamme Gialle hanno scoperto che per la produzione venivano utilizzati scarti della macinazione di cavi elettrici.
Una quarantina i recipienti ritrovati contenenti, in totale, 27 tonnellate di polveri di abbattimento. Dall’esame della documentazione fiscale e’ risultata anche la mancata presa in carico nel prescritto registro aziendale, e la loro provenienza dall’azienda di Gatteo.
Qui è risultato in funzione un impianto di macinazione di cavi elettrici. I militari hanno trovato contenitori in stato di degrado, con rifiuti versati a diretto contatto con il terreno, in un’area sterrata non autorizzata. Per i titolari denunce per deposito incontrollato di rifiuti ed esercizio illegale di recupero, smaltimento e stoccaggio rifiuti.
I tecnici Arpa dovranno stabilire se si tratta di rifiuti pericolosi o speciali.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna