giovedì 17 ottobre 2019
menu
Ambiente Cattolica

Prolungamento molo darsena: progetto bloccato su richiesta di Riccione

In foto: Questa mattina presso Palazzo Mancini a Cattolica si è svolto l’incontro della conferenza dei servizi per analizzare la situazione dei lavori di costruzione della nuova darsena di Cattolica e nello specifico, l’allungamento del molo.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 15 nov 2005 16:58 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

All’incontro per il Comune di Riccione erano presenti l’Assessore all’Ambiente Mario Galasso e il dirigente di settore Ezio Venturi.
Al termine, l’assessore Galasso ha rilasciato la seguente dichiarazione:
“Il progetto relativo al prolungamento del molo è stato per ora bloccato perché in base alle indicazioni del Comune di Riccione, delle autorità di bacino e della Regione Marche (non presente), si è reso necessario valutare effettivamente se ci sono i presupposti tecnici per portare a termine il progetto.
In particolare, il GIZC (Gestione Integrata delle Zone Costiere) approvato dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Provincia di Rimini e presto anche dal Comune di Riccione, vieta la costruzione o il prolungamento dei moli a mare.
A questo elemento, che potrebbe da solo frenare il progetto, come Amministrazione Comunale di Riccione abbiamo voluto evidenziare che non è possibile realizzare delle opere a mare senza tenere in considerazione i danni che queste comporterebbero nei confronti dei Comuni vicini. Entrando nel merito dunque noi non avremmo avuto preclusioni nei confronti dei lavori relativi alla darsena di Cattolica a patto però che contestualmente a questi lavori fossero stati presentati progetti di difesa della costa. Per questo motivo abbiamo chiesto al tavolo tecnico della conferenza dei servizi, il sostegno per l’ottenimento di questi progetti di tutela non solo di Riccione ma anche di Misano Adriatico. Inoltre, visto che il molo è parte integrante di fatto della darsena stessa, è necessario istituire una commissione tecnica con la Regione e la Provincia capofila al fine di individuare uno studio di “valutazione di impatto ambientale” dell’opera”.

L’Assessore Galasso ha inoltre richiesto la garanzia del ripascimento della sabbia che tale opera di fatto comporterebbe. Se il ripascimento non fosse garantito dalla società gestore, sarebbe necessario individuare l’Ente preposto a funzione di garanzia dell’effettiva opera di ripascimento. Unitamente a tale opera sarebbe opportuno – spiega Galasso – provvedere al recupero della sabbia del Conca.

Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente di Riccione hanno subito avviato i contatti con la Regione per prevedere, entro pochi giorni, un incontro con l’Assessore con delega alla protezione della costa Bruschini.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna