giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: Ancora una proroga per la rideterminazione dell'aumento dei canoni demaniali. Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato un decreto legge che ha spostato la data al 31 dicembre, dopo un primo rinvio al 15.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mer 2 nov 2005 11:37 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

la decisione, spiega una nota del Consiglio dei Ministri, é stata presa per “consentire il completamento dei lavori dell’apposito tavolo tecnico istituito dal Governo per assicurare la soluzione del problema dell’evasione dei canoni, della loro rideterminazione in forma non automatica, nonché delle complesse questioni connesse”.
In attesa di vedere che cosa succederà nel 2006, le associazioni dei bagnini hanno espresso soddisfazione.
“Questo ulteriore rinvio permette di avere tempo sufficiente per avviare il tavolo tecnico con le associazioni di categoria per un confronto serio in merito alla situazione attuale – ha commentato Riccardo Borgo, presidente del Sib, il sindacato italiano balneari – Ho la certezza che si possa e debba arrivare ad una soluzione condivisa che, se da una parte consente di
incrementare le entrate dello Stato, dall’altra non penalizza il turismo balneare. E’ infatti improponibile un aumento dei canoni demaniali del 300 per cento così come formalizzato dalla legge finanziaria 2004”. (Ansa)

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna