Basket. I Crabs senza Guarasci contro la ‘Gloria’ dei fratelli Niccolai

Rimini Sport

5 novembre 2005, 13:45

in foto: Dopo la caduta al PalaCattani di Faenza nel derby con l'Andrea Costa Imola, i Crabs tornano nella loro tana, dove finora hanno un lusinghiero 2/2. www.rbmontecatiniterme.it www.basketriminicrabs.it

Avversario dei biancorossi l’Agricola Gloria Montecatini, che con una doppia operazione all’insegna dell’amarcord ha riportato dove avevano segnato i primi canestri della loro lunga carriera Andrea Niccolai e Mario Boni. “Supermario”, 42 anni, si è però procurato uno stiramento in precampionato. Finora il suo apporto è stato di 18 punti e 5 rimbalzi in 27 minuti. E alla vigilia della gara ancora non è detto che riesca a calcare il parquet del “105 Stadium”. L’ecografia a cui si è sottoposto venerdì non ha sciolto le riserve sulle sue condizioni fisiche, anche se lo staff medico toscano dichiara che l’atleta è vicino alla completa guarigione.
Quattro i punti conquistati finora dai termali, reduci da un pesante -20 interno con la Pepsi Caserta. Sulla panchina dei termali siede il 33enne Massimo Cancellieri, assistente di Calvani la passata stagione e al pari del tecnico della Coopsette, Paolo Rossi, con trascorsi nella femminile (ha guidato il San Raffaele in A2).
Il play titolare di Montecatini è Guido Meini, prodotto del vivaio rossoblu. Nato a Pescia 26 anni fa, Meini si ritaglia 26,8 minuti che sfrutta per segnare 4,6 punti (con percentuali migliorabili, soprattutto il 18,2% dall’arco) e smistare 2 assist. Negativo il saldo perse-recuperate (rispettivamente 2,8 e 1). L’alternativa in cabina di regia è il 34enne David Londero. Nato in Svizzera, con passaporto italiano, Londero ha girato l’Italia, vestendo tra le altre le canotte di Reggio Emilia e Verona. 5,2 punti con il 57,9% dalla media e 1,4 assist il suo fatturato in 18,6 minuti d’impiego.
In attesa del rientro di “Supermario” Boni, la prima opzione offensiva è la guardia-ala Andrea Niccolai, capitano dell’Agricola, che il 9 di questo mese soffierà su 37 candeline. Ha giocato in mezza Italia, conquistando una coppa Korac con la Virtus Roma e uno scudetto a Treviso. Per “Nick” anche due stagioni nella Liberas Forlì, conquistando una promozione in A1 proprio a spese di Rimini. Biella, Milano, Virtus Bologna, Scafati e Fabriano alcune tappe della sua carriera, oltre ovviamente a Montecatini, con la cui canotta esordì a soli 16 anni. Per lui, che a dispetto degli anni passa domenicalmente sul parquet 37,6 minuti, 18,6 punti in media con un eccellente 43,2% dal perimetro, e 2,6 assist. Mandarlo in lunetta può rivelarsi letale (18/21 finora). La sua unica concessione all’avanzare degli anni le 4,4 perse.
In quintetto in queste prime giornate è finito anche Gabriele Niccolai, fratello minore di Andrea e vero e proprio trascinatore, oltre che capitano, di Montecatini nell’anno della promozione in Legadue (era il torneo 2002/’03). Guardia di 192 centimetri, classe ’72, Niccolai II, di ritorno dopo l’anno trascorso a Riva del Garda, in B d’Eccellenza, si è ritagliato finora 31,8 minuti. 8,8 punti con un desolante 1/10 da due a cui fa da contraltare un ottimo 41,9% da tre il suo contributo alla causa.
Ha giocato appena due minuti, segnando 3 punti, il 17enne Nicola Natali, guardia di 1 metro e 98 figlio di Gino, indimenticato giocatore e general manager dell’Agricola, ora all’Armani Jeans Milano. Natali junior ha debuttato in Legadue l’anno scorso a Capo d’Orlando.
Il quattro titolare è lo statunitense Jerod Ward. Il 2.04 di Jackson può giocare anche da tre. Lo testimonia il 52,9% con cui si esprime non solo da due, ma anche dal perimetro. Le sue statistiche parlano di 18,2 punti e 6,2 carambole. Migliorabile il 62,5% ai liberi e limitabili le 4,6 perse. Poco più di un quarto d’ora a disposizione di un altro prodotto del vivaio: Diego Banti, ala-pivot di 201 centimetri che ha appena compiuto 22 anni. Nel 2000 ha vinto uno scudetto con la Juniores. L’ex Livorno imbuca 5,5 punti con il 60% dal campo.
Pochi scampoli di gara per Georgi Joseph. Alto 198 centimetri, il quasi 23enne francese di passaporto finlandese finora è andato a referto con 4 punti totali in 23 minuti (5,8 in media). Solo un minuto in campo per il 2.01 classe ’88 palermitano Dario Dragna.
Il pivot è il 29enne americano Antonio Smith, l’aspira-rimbalzi per eccellenza della Legadue. Uscito dal college del Michigan nel ’99, dopo quattro anni di CBA il 2.03 di Flynt è approdato in Italia. Fabriano e Novara le tappe precedenti a Montecatini. Quest’anno viaggia a 14,4 punti con il 54% dalla media ed il 50% dalla lunetta (a Novara faceva addirittura peggio) e ben 16,6 rimbalzi in 33,6 minuti.

Un’assenza pesante in casa Crabs. Non ci sarà Peter Guarasci, partito ieri mattina per Toronto, in Canada, per problemi familiari. Rientrerà solo a metà della prossima settimana. Leggera distorsione alla caviglia per Wojciech Baricz. Nessun problema invece per Odaerty Blankson. La risonanza magnetica al ginocchio destro a cui si è sottoposto l’americano della Coopsette ha rivelato solo uno stato infiammatorio.

La partita Coopsette Rimini-Agricola Gloria Montecatini sarà trasmessa in diretta su radio Icaro. Palla a due alle 18,15 di domani.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454