mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Sull'elettrodotto Forlì-Fano, contro cui si é schierato un comitato di abitanti della zona i quali ne hanno chiesto l'interramento o lo spostamento, la società Terna, titolare della struttura, e il GRTN, gestore della rete, "hanno accolto la richiesta di procedere allo studio a loro spese".
di    
lettura: 1 minuto
ven 28 ott 2005 17:59 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Lo afferma il senatore di Forza Italia Giampaolo Bettamio riferendosi a uno studio sull’ipotesi di spostamento del tracciato, in una lettera inviata al sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli, e al presidente della Provincia, Ferdinando Fabbri.
Bettamio aggiunge che “é inteso che l’onere
dello spostamento ricadrà sui soggetti terzi interessati (Comune, Provincia ed eventualmente Autostrade spa).
Gli elementi del problema potranno essere esaminati in un incontro che le Società Terna e GRTN sono disposte ad organizzare”.
Nella lettera, Bettamio riferisce che “il presidente del GRTN mi ha comunicato che l’ipotesi di interramento non é perseguibile poiché si tratta di elettrodotto aereo di
altissima tensione (380KW), impossibile da interrare a causa di elementari criteri di sicurezza”.
Nel caso, invece, di un eventuale intervento di spostamento del tracciato – spiega – “occorre l’assenso della societa’ Terna, titolare dell’
elettrodotto, che dovrebbe procedere ad uno studio di fattibilità”. Terna e il GRTN – continua Bettamio – “hanno accolto la richiesta di procedere allo studio a loro spese,
mentre é inteso che l’onere dello spostamento ricadrà sui soggetti terzi interessati”.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna