Basket. Tempo di derby tra Andrea Costa e Crabs. Whiting in dubbio

Rimini Sport

29 ottobre 2005, 12:04

in foto: Al "PalaCattani" di Faenza va in scena il derby tra Andrea Costa Imola e Coopsette Rimini, che oltre a partita "sentitissima" dalle due tifoserie, negli ultimi anni spesso si è rivelato il crocevia della stagione dei due club biancorossi. www.legaduebasket.it

L’Andrea Costa, che ha cambiato pelle rispetto alla passata stagione: nuovo l’intero roster, ha puntato su due americani perimetrali e sull’ex Rimini David Brkic, che sta vivendo il miglior avvio di campionato della sua carriera.
Le chiavi della regia della formazione allenata per il secondo anno consecutivo da Demis Cavina sono affidate all’americano di passaporto italiano Edward Persia. Il 23enne di Hewston, uscito dall’Università di Princeton nel 2004 è il classico play tascabile: 185 centimetri d’altezza. 9,8 punti con il 42,9% da due, il 38,9% dall’arco ed il 66,7% dalla lunetta, più 4 rimbalzi e 1,5 assist il suo contributo, in 24,5 minuti d’impiego.
L’alternativa è il 23enne veneziano Mattia Caroldi, al debutto in Legadue, dopo quattro stagioni in B d’Eccellenza con Montichiari, Cento e Latina. Per lui 4,8 punti e 1,3 assist in quasi metà partita.
La guardia titolare è Bj McKie, proveniente da South Carolina, dove ha mantenuto sempre una media di 15 punti a partita, approdando per la prima volta in Europa nella stagione 1999/2000, giocando nel Gravelines, in Francia. Il 28enne di Norfalk, pur sottotono nelle ultime due uscite, produce quasi un ventello ad allacciata di scarpe (19,8 punti per la precisione), tirando con percentuali comunque non eccellenti: 50% da due, 26,7% da tre. Per lui anche 2,8 assist e altrettanti rimbalzi, ma anche 4,8 perse. Decisamente troppe.
L’ala è il 29enne Michael Hicks, lo stakanovista dell’Andrea Costa (37,3 minuti ogni domenica sul parquet). Il panamense, trascinatore della Nazionale del suo Paese nelle qualificazioni ai prossimi mondiali, l’estate scorsa, quando Blankson pareva accusare problemi cardiaci, aveva firmato un pre-contratto con la società di via Dante. Alto 196 centimetri, Hicks è un cavallo di ritorno ad Imola, dopo le esperienze ad Udine e Montecatini. In Italia era arrivato nel 2001, a Roseto, con la cui canotta aveva subito raggiunto i play off scudetto. Quest’anno viaggia a 19,3 punti e 7 carambole a partita. In attivo il saldo perse-recuperate (rispettivamente 2,5 e 3,3). Guai mandarlo in lunetta: 16/18.
Difficilmente riuscirà ad essere della partita, a causa del mal di schiena che lo tormenta da giorni il 2 metri Filippo Cattabiani. Il 35enne bolognese, con trascorsi a Castelmaggiore, a Napoli e Osimo, si ritaglia 22,3 minuti, nei quali imbuca 6,5 punti e arpiona 3,3 rimbalzi.
11 minuti totali e ancora nessun punto a referto per la 28enne ala Flavio Bottiroli, cresciuto nel vivaio della Virtus Bologna e reduce da tre stagioni a San Marino, in B2. Non ha ancora messo piede in campo il faentino Jacopo Silimbani, ala classe ’86 di 202 centimetri.
Il quattro è il 2.09 ex Ferrara David Brkic. Il cesenate classe ’82 di scuola Virtus Bologna è uno dei due ex della partita. Un ex voglioso di dimostrare alla società che detiene il suo cartellino di poter essere un fattore in Legadue. Finora il suo rendimento gli dà ragione: 13,5 punti con il 52,6% dalla media ed il 38,5% dalla distanza, 8,3 carambole e 2,3 recuperi. Domenica scorsa, nella gara persa dall’Andrea Costa a Caserta, ha sbagliato il primo libero di questa stagione (eccellente, comunque, il suo 19/20). Si annuncia un bel duello sotto le tabelle con il riminese Bagnoli.
Parte in quintetto, anche se alla fine gioca un quarto d’ora, il 2.08 Chris Heinrich, nato a Philadelphia nel ’77, tedesco di formazione cestistica americana: ha frequentato il St. Louis College, giocando poi in Polonia, Ungheria e Germania. Il suo fatturato parla di 2,8 punti e 3,8 rimbalzi.
Il primo cambio dei lunghi è il 35enne Renzo Alberti. Il 2.05 di Desio, con alle spalle una lunga carriera sviluppatasi nella squadra della sua città, poi a Trieste, Milano, Sassari e Siena sfrutta i 20,3 minuti concessigli per segnare 3,3 punti e catturare altrettante carambole.
La Coopsette è in serie positiva da tre giornate, vittorie che hanno permesso ai biancorossi di prendere la vetta della classifica, pur in condominio con Jesi, Pavia e Ferrara. C’è un ex anche in casa riminese: Nando Labella.
Brutta tegola per i Crabs: Whiting è a letto con la febbre. L’americano è in forte dubbio. Ha invece recuperato Bagnoli, che ieri mattina si era alzato con un forte dolore alla caviglia.

La partita sarà trasmessa in diretta su radio Icaro. Palla a due domani alle 18,15.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454