martedì 10 dicembre 2019
menu
Icaro Sport

Basket. La Coopsette fa visita alla Sebastiani nel giorno più triste

In foto: Rimini fa visita ad una Rieti in lutto per la scomparsa, a 57 anni, del gigante buono Willard Leon Sojourner, a seguito di un incidente stradale avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 22 ott 2005 13:27 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

“Zio Willy”, come veniva soprannominato, aveva giocato nella città sabina dal ’76 all’82 e due mesi fa era stato richiamato per affidargli il vivaio. La Curva Terminillo del Palaloniano, che l’amministrazione comunale di Rieti ha già deciso di intitolare all’americano (si chiamerà “PalaWillie”), si vestirà di nero e onorerà la sua memoria con il silenzio. Un minuto di raccoglimento sarà osservato su tutti i campi. Si prevede quindi un’atmosfera surreale per una partita di pallacanestro per il posticipo televisivo della quarta giornata del torneo di Legadue.
La Nuova Sebastiani è nuova di nome e di fatto, avendo rivoluzionato nel mercato estivo il proprio roster.
In cabina di regia il tecnico Maurizio Lasi può contare sul fosforo e la velocità del 33enne motorino Cristiano Fazzi, che l’anno scorso fece a pezzi la difesa di Becirovic. Nelle prime tre uscite per il play tascabile reggino 9,7 punti a partita con il 71,4% dalla media ed il 50% dall’arco.
La guardia titolare è Matthew Santangelo, 28enne di Portland, già visto in Italia con la canotta di Cantù. Per lui 17,7 punti a partita (con il 37,5% dal perimetro) contornati da 3,7 assist.
Oltre un quarto d’ora a disposizione di Guido Rosselli, guardia classe ’83 di 198 centimentri. 4,3 punti (con 4/4 da due) e 3 rimbalzi il contributo del giovane toscano. Solo 6 minuti a partita per la guardia 21enne Marco Evangelisti, eletto lo scorso Mvp dei Campionati Italiani Under 21.
Da tre parte il 24enne Thomas Mobley, alla sua seconda stagione in Legadue dopo l’esperienza di Fabriano. Il 24enne di Charleston viaggia a 15,7 punti con percentuali migliorabili e 4 carambole ad allacciata di scarpe.
Nel ruolo di quattro si prevedono scintille: Simone Bagnoli, che con la canotta di Rieti si è guadagnato, l’anno scorso, il titolo di miglior giocatore italiano della Legadue e che prima di tornare a vestire il biancorosso le ha provate tutte per restare alla Sebastiani, se la vedrà con l’americano Marcus Melvin, giocatore da 21,5 punti e 17 rimbalzi a partita (domina insieme a Smith la speciale classifica), ma anche 2,5 assist e 2,5 recuperi. Melvin è tornato ad allenarsi con il gruppo solo ieri dopo lo stiramento al polpaccio che lo ha tenuto lontano dal parquet domenica scorsa a Ferrara. Dovrebbe comunque essere tra i dieci. Sfrutta bene i 23 minuti concessigli da Lasi ed è l’idolo dei tifosi Roberto Feliciangeli, ala di 203 centimetri. Il 31enne romano ci prova, 11,3 punti a partita, ha mano educata dalla lunetta (81,8%) e dà una buona mano a rimbalzo (4,3). Perde però un po’ troppi palloni (3,3).
Il cinque è Christopher Pearson, nativo delle Hawaii ma con passaporto inglese. Il 2.08 classe ’79 è reduce da tre buone annate nel Vichy, in Francia. 9 punti con il 70,6% dal campo e uno scarso 42,9% dalla lunetta, 1,3 schiacciate ma solo 2,7 rimbalzi.
Tanta sostanza, 5 punti (con il 71,4% dal campo) e altrettante carambole in 17,5 minuti d’impiego per il 2.06 romano Emanuele Rossi, che il 9 del prossimo mese compirà 23 anni.
Una sola presenza per il 27enne italo-argentino Fernando Cavagna. Il 2metri di Cordoba nei 10 minuti giocati si è ben comportato, imbucando 5 punti e catturando 3 rimbalzi.
Infermeria vuota in casa biancorossa.

La partita sarà trasmessa in diretta su radio Icaro. Palla a due alle 20,30 per la diretta su RaiSatSport.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna