Indietro
menu
Provincia

La Riviera di ieri e di oggi sfondo del romanzo del bolognese M. Grandi

In foto: Una storia d'amore tra adolescenti nata d'estate in Riviera e finita come finisce la vacanza. Una storia come tante altre, se non che il protagonista cerca in tutti i modi di riallacciarla a anni di distanza. E', in estesa sintesi, la trama del romanzo "Ciò che ti avrei voluto dire" (Edizioni Clandestine), del bolognese Maurizio Grandi.
www.edizioniclandestine.com
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 23 gen 2005 12:35 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al suo terzo romanzo, Grandi racconta una storia che nasce nell’estate 1978, quando la Riviera (descritta con nomi di luoghi di fantasia ma ben riconoscibile) era il sogno estivo unico e imprescindibile dei ragazzi emiliani. Una storia che finisce nella Riviera di oggi, dove si ritrovano i due ragazzi di allora, adulti alle prese con relazioni difficili.
Tanti i temi di lettura: i sentimenti che nascono, crescono e si perdono senza però mai morire definitivamente. La voglia dei ragazzi di divertirsi e provare cose nuove, col freno però del pensiero di quello che é lecito e non lecito. E anche una riflessione sul fascino della Riviera, quel ‘mito’ del turismo indiscusso 30 anni fa, e oggi alle prese con la necessità di reinventarsi.
L’intervista all’autore.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
FOTO
 
Notizie correlate
di Redazione