Indietro
menu
Provincia Viabilità

Aureli scrive a Lunardi: le strade riminesi non possono più aspettare

In foto: Continua la pressione di Assindustria per risolvere i nodi della viabilità riminese. Adriano Aureli, presidente di Assindustria Rimini, questa settimana ha inviato una lettera al Ministro dei trasporti Pietro Lunardi all'Assessorato Regionale alla Viabilità e ai Trasporti e all'Anas.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 27 gen 2005 13:26 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Per conoscenza, la lettera é stata inviata anche al Presidente della Provincia Ferdinando Fabbri, al Sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, alle altre categorie economiche, ai Sindacati, al Senatore Giampaolo Bettamio e all’onorevole Mauro Bulgarelli, all’Onorevole Sergio Gambini, al Sen. Cons. Reg. Sergio Zavoli, al Cons. Reg. Andrea Gnassi, all’Ass. Provinciale Alberto Rossini e all’Ass. Comunale Tiziano Arlotti.

Una precedente lettera, alla quale è seguita risposta, fu consegnata dallo stesso Presidente Aureli al Ministro il 25 agosto.
Nella lettera – spiega una nota di Assindustria – si fa presente che per consentire lo sviluppo della nostra Provincia, sia dal lato turistico che dell’attività manifatturiera, è indispensabile inserire nel novero delle opere finanziate, l’esecuzione dei lavori dell’incrocio tra la SS16 e la SS72 (Superstrada per San Marino), il cui progetto definitivo è stato già approvato ed è subito cantierabile.

Inoltre – prosegue la nota – è indispensabile approvare il nuovo tracciato della SS16 nel territorio del Comune di Rimini e inserire lo stralcio tra Rimini Nord-Fiera nell’attuale Piano Triennale di Finanziamento.

La lettera sottolinea che tali opere sono estremamente urgenti e a tale proposito l’Associazione degli Industriali di Rimini dà la piena disponibilità a proseguire tutte le azioni necessarie di comune accordo con le altre categorie e le pubbliche amministrazioni e le organizzazioni sindacali per il raggiungimento dei risultati attesi.