mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: Si ferma a quattro la serie di vittorie dei Crabs, mai comunque nella loro storia così brillanti in avvio di campionato. La Virtus Bologna, capolista ora solitaria della Legadue, fino a ieri pomeriggio insieme ai biancorossi, deve sudare le proverbiali sette camice prima di avere la meglio sugli indomiti ragazzi di Becirovic,
www.legaduebasket.it
www.basketriminicrabs.it
di    
lettura: 2 minuti
lun 1 nov 2004 15:50 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

che non mollano la presa neanche quando si trovano sotto di 17 punti e che riescono a rientrare per ben due volte fino al -4. Certo la buona prova dei “granchi” si è combinata con le disastrose medie di tiro dei felsinei, incapaci nel secondo tempo di colpire dall’arco anche quando tra loro ed il canestro riminese c’era il nulla (3/12 negli ultimi due quarti) e artefici di un raccapricciante 11/25 complessivo dalla lunetta.
Con un po’ più di precisione probabilmente i ragazzi di Consolini si sarebbero regalati un pomeriggio più tranquillo.
Coach Becirovic opta per il doppio play, con Labella e Ingles spesso in campo insieme per eludere il pressing a tutto campo delle Vu nere.
Nella prima frazione i padroni di casa cercano molto i lunghi Davison e Podestà. Rimini si affida esclusivamente a Thompson, che al 3′ sigla il suo settimo punto personale, che vale ai biancorossi la parità (7-7). Il primo tentativo di fuga dei bianconeri è propiziato da quattro triple di Brewer e Guyton (16-9).
I Crabs reagiscono e grazie ai cesti di Monroe, Labella e Ingles chiudono il primo quarto sotto di due (21-19). Nel secondo periodo l’attacco riminese s’inceppa, trovando nei primi 8 minuti la miseria di sei punti. Dall’altra parte del campo fanno tutto i soliti Davison e Podestà (19 punti in due). Si va all’intervallo con Bologna avanti di 10 (40-30).
In avvio di terzo quarto si ha la sensazione che la partita sia già scritta: Rimini prova la zona e la difesa a tutto campo, il Caffè Maxim piazza un break di 9-2 che lo porta al massimo vantaggio (49-32 al 23′). I bianconeri poi si marcano da soli, consentendo ai biancorossi un controbreak di 18-5. Sul 54-50, al 29′, i romagnoli perdono il possesso del potenziale -1 (Ruiz Moreno ruba palla a Ingles, ma forse c’erano gli estremi per un fallo).
La panchina protesta e si vede affibbiare un tecnico. La Virtus ringrazia e ritrova il +11, prima che la tripla a fil di sirena di Labella fissi il punteggio sul 61-53. Nei primi tre minuti dell’ultima frazione si vede solo un cesto di Podestà. Al 35′ i biancorossi tornano a soffiare sul collo dei ragazzi di Consolini, grazie ad una tripla di Monroe a una percussione di Ingles, che valgono il -5 (63-58).
Ci pensa Brewer con due bengala a ridare ossigeno ai suoi (71-61 a 2 minuti e mezzo dalla sirena). Tassinari e soci non demordono e a 50 secondi dalla fine hanno due possibilità per riaprire la partita. Il pallone non entra e la Virtus può mettere le mani sul referto rosa. Finisce 75-71.
Il migliore in casa riminese è ancora Thompson, autore di 21 punti e miglior rimbalzista con 13 carambole. Ennesima doppia doppia anche per Gonazles (12 punti e 10 rimbalzi).

La partita Virtus Bologna-Crabs Rimini sarà proposta su E’TV Romagna domani sera alle ore 22,50, preceduta, alle 21, da “Calcio.Basket” – serata basket. Ospiti in studio della prima parte il play dei Crabs Nelson Ingles e l’ala biancorossa Chandler Thompson.

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna